“ProgetTiamo Andrano”

Nuovi progetti di sviluppo per il Comune di Andrano

Il 5 e il 6 ottobre ad Andrano si svolgeranno due assemblee pubbliche per illustrare i progetti preliminari che riqualificheranno e miglioreranno l’assetto urbanistico del Comune

Il 5 ottobre alle 19.30 al Castello di Andrano e il 6 ottobre alle 19.30 nella palestra della Scuola elementare di Castiglione si terranno due assemblee pubbliche per illustrare i progetti preliminari di riqualificazione e miglioramento del decoro urbano. Lo scorso agosto, infatti, sono stati affidati gli incarichi ai progettisti che, nel corso dell’assemblea dei prossimi giorni, illustreranno gli interventi previsti. Questi riguarderanno l’ampliamento dell’impianto di pubblica illuminazione, la sistemazione di piazza Sicilia di Andrano, gli interventi vari in zona Trice a Castiglione, la realizzazione area mercatale nella Marina di Andrano, la sistemazione di piazzale Madonna del Carmine e largo Madonna dell’Attarico e la realizzazione della struttura coperta per attività sociali a Castiglione. “Con l’approvazione del Piano regolatore generale e del Piano comunale delle coste – ha spiegato Giuseppe Accogli, sindaco di Andranno – abbiamo gli strumenti in grado di favorire un ordinato sviluppo urbanistico ed economico. Si delinea, infatti, un nuovo progetto di sviluppo lungo l’asse che parte dalla marina e attraversando il parco naturale ed il Castello, raggiunge i centri di Andrano e Castiglione. Il risanamento del bilancio – ha continuato il primo cittadino – consente di impostare e di finanziare una poderosa programmazione di opere pubbliche: il completamento e la manutenzione degli edifici scolastici, del municipio e del cimitero; il miglioramento dei centri abitati attraverso la riqualificazione delle più importanti piazze; l’ottimizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione e la sistemazione delle strade; la costruzione di una struttura coperta per le attività sociali e culturali a Castiglione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!