Nubifragio: avviato l’iter per il risarcimento danni

Nubifragio del 26 settembre: Pellegrino chiede lo stato di calamità

Pellegrino: “E’ necessario dichiarare lo stato di calamità naturale dopo l’eccezionale nubifragio e la tromba d’aria che si è abbattuta martedì scorso sul Salento e avviare l’iter del risarcimento dei danni da parte dello Stato e della Regione”

E’ questo l’obiettivo dell’ordine del giorno aggiuntivo che il presidente della Provincia di Lecce Giovanni Pellegrino ha chiesto di inserire nel calendario dei lavori del Consiglio già previsti per domani. “Il territorio della provincia di Lecce è stato colpito da violente trombe d’aria e da un nubifragio di eccezionale intensità che hanno causato danni ingentissimi alle strutture viarie pubbliche, alle campagne, alle abitazioni – si legge nella richiesta che verrà presentata al Consiglio – e, in particolare, risulta colpito il settore agricolo interessato da devastazioni alle colture, allagamenti, distruzioni di strutture aziendali. Ritengo che la Provincia debba assumere ogni iniziativa finalizzata all’attivazione degli interventi finanziari statali e regionali a sostegno delle aziende e dei privati danneggiati previsti dalla normativa sulle calamità naturali e sulle emergenze causate dalle avversità atmosferiche – spiega Pellegrino – attivando gli aiuti di Stato stabiliti per il risarcimento dei danni nelle situazioni di avversità atmosferiche equiparabili a calamità naturali e chiedendo alla Regione Puglia di attivare le iniziative finanziarie ed emergenziali di sua competenza”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!