Lecce, torna il servizio mensa a scuola

Buoni pasto: come usufruirne

Andrea Corvaglia, assessore alla Pubblica istruzione al Comune di Lecce, informa sulle modalità di ritiro dei buoni pasto per il servizio di mensa scolastica che riprenderà il 2 ottobre

Partirà lunedì 2 ottobre il servizio di mensa negli istituti scolastici della città di Lecce. Lo ha reso noto Andrea Corvaglia, assessore comunale alla Pubblica istruzione, che ha fatto sapere che il ritiro dei buoni pasto potrà avvenire presso la sede dell’assessorato alla pubblica istruzione di viale Ugo Foscolo n. 31/a secondo il seguente calendario: ogni giorno, da lunedì a venerdì, dalle 8.15 alle 12 e nel pomeriggio di martedì dalle 15.30 alle 17.30. Il ritiro dei buoni è possibile previa consegna dell’attestazione di avvenuto versamento sul conto corrente postale n. 12462727 (intestato a “Comune di Lecce – Serv. Tes. settore Educazione formazione lavoro – Servizio scolastico mensa e trasporto – 73100 Lecce” della retta stabilita al momento dell’iscrizione), indicando nella causale nome e cognome dell’alunno e la scuola frequentata. È anche possibile il pagamento mediante carta di credito o bancomat. Le scuole interessate dal servizio mensa sono le scuole primarie del IV Circolo e “Le Vele”, le scuole statali dell’infanzia di piazzetta Montale, via Trinchese, via vecchia Frigole, via Rodari, via Carafa, via Casavola, via Estrafallaces, via Cantobelli, via Abruzzi IV Circolo, via Daniele, via Ofanto, viale Roma e piazza Partigiani e le scuole comunali dell’infanzia di località Guagnano, piazzetta Montale, via Saraceno, via Basilicata, via Birago, via delle Anime, via Marugi, via Petrarca e zona 167/b.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!