Benvenuta vendemmia

Per i turisti del vino è un’occasione preziosa per visitare le cantine e i vigneti, particolarmente suggestivi in questa stagione, degustando ed acquistando i vini

La Cantina Leone de Castris verrà aperta domenica 1° ottobre a quanti vogliano scoprire le tecniche di vinificazione, partendo dallo scarico dall’uva per arrivare all’affinamento in barriques e all’imbottigliamento

La cantina De Castris apre le porte a quanti vogliono conoscere i segreti e le bellezze della cantine del sud Salento. Inoltre, dopo aver acquistato il calice di Benvenuta Vendemmia, si potranno degustare i seguenti vini: •IMAGO Igt Salento Bianco Chardonnay 2005 •FIVE ROSES 62° ANNIVERSARIO Igt Salento Rosato 2005 •VILLA LARENA Igt Salento Rosso Primitivo 2005 Come ogni anno, poi, importanti sono le partnership strette dalla Leone de Castris con importanti realtà produttive-artistiche del Salento. Infatti sarà presente la bottega della Famiglia Colì di Cutrofiano che da generazioni continua a svolgere l’antica arte di forgiare l’argilla, che ormai rappresenta il punto di riferimento dell’artigianato salentino. In Italia, l’introduzione dell’arte ceramiche si è avuta per opera delle colonizzazioni greche della Magna Grecia, la presenza poi sul territorio di numerosi terreni argillosi stimolò la produzione degli oggetti. Per quanto riguarda Cutrofiano, il cui nome deriva dal termine greco “kutra”, che vuol dire creta, l’attività di produzione ceramica sembra risalire a tempi molto antichi, ma il quadro preciso e dettagliato si può avere dal Catasto Onciario, che registra la situazione a metà settecento, secondo cui vi erano 31 botteghe dove lavoravano 46 artigiani. Tra queste la bottega della famiglia Colì, che da generazioni continua a svolgere quest’arte. Oggi si continua a modellare l’argilla, creando oggetti sempre diversi e sempre uguali, talvolta utilizzando nuove tecnologie, ma conservando l’insostituibile strumento della tradizione avita: le mani, con l’ausilio del tornio. Infatti la dimostrazione, che si terrà all’interno dell’azienda si concentra esclusivamente sulla dimostrazione della lavorazione al tornio, con la realizzazione di alcune forme a tema del tipo: ancorette, brocche, bicchieri, oltre a ad altre forme di oggetti. Sarà data inoltre la possibilità ad alcuni visitatori di poter provare a lavorare al tornio. Durante la dimostrazione ci sarà la presenza di responsabili aziendali che risponderà a qualsiasi domanda da parte della gente. Verrà, inoltre, presentata la seconda edizione del mini ricettario “A tavola con i Leone de Castris” ideato e curato dalla dr.ssa Alessandra Leone de Castris. Si tratta di una apprezzata pubblicazione in cui i vini Leone de Castris sono sapientemente abbinati a pietanze di casa nostra, ancora più semplici e gustose. Questa seconda edizione ha la novità di essere bilingue, per far conoscere i nostri sapori anche all’estero.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!