www.studiarealecce.unile.it

E’ già un successo il nuovo servizio on line dell’università di Lecce. Raggiunti i 180 contatti al giorno

Una “bussola” per orientarsi, saperne di più, scegliere con consapevolezza. Con una media di 180 contatti giornalieri. È già un successo il nuovo sito d’orientamento dell’Ateneo salentino, www.studiarealecce.unile.it.

Dallo scorso luglio il nuovo servizio on line dell’ ateneo salentino risponde in modo semplice e rapido alle richieste d’informazione di chi si accinge a iscriversi all’Università, neo-diplomati o giovani laureati in cerca di un percorso formativo post laurea. L’offerta formativa dell’Ateneo, allargata e migliorata, ha imposto la rimodulazione degli strumenti telematici di informazione e orientamento. Ogni anno l’Università cresce, ogni anno dunque il sito d’orientamento deve risponde al non facile compito di descrivere la complessa realtà dell’Ateneo. Da qui il lavoro di aggiornamento e arricchimento del sito www.studiarealecce.unile.it, a cura di uno staff guidato dal professor Nicola Paparella, responsabile del progetto denominato “Bussola”, in collaborazione con il COrT, il Centro per l’Orientamento e il Tutorato dell’Ateneo. Pensato per gli studenti che hanno concluso gli studi superiori ma anche per quelli già iscritti all’Università, facilmente navigabile e con una grafica sobria e accattivante, il sito presenta l’offerta formativa dell’Ateneo in modo chiaro e dettagliato, dai corsi attivati presso la nuova Facoltà di Scienze sociali, politiche e del territorio (con sede a Brindisi), alle novità delle altre otto facoltà e dei corsi interfacoltà. Ogni corso di laurea di primo e di secondo livello viene presentato completo di obiettivi formativi, sbocchi occupazionali e indicazione delle competenze di base richieste per l’iscrizione. Queste pagine dedicate all’offerta formativa, che per la prima volta presentano la versione in inglese, vengono consultate da numerosi studenti stranieri, dal Marocco alla Grecia, dall’Albania alla Croazia, dalla Francia alla Germania. Il sito www.studiarealecce.unile.it registra dunque contatti non solo dal Salento e dall’Italia, ma anche dall’Europa e dai Paesi più vicini dei Balcani e del Mediterraneo, confermando l’attrattività dell’Ateneo salentino. Numerose anche le utilità presenti sul sito, a partire dalla pagina che illustra le caratteristiche della didattica universitaria (il cosiddetto “3 + 2” e il sistema dei crediti) per finire con una “toolbox” che permette di “scaricare” documenti utili (Norme generali di segreteria, Manifesti degli studi ed altro) e di tenersi informati sulle diverse scadenze. In “vita da studenti”, in dettaglio i riferimenti delle numerose biblioteche d’Ateneo, tra i luoghi più frequentati negli anni di vita universitaria, ma anche alla mobilità pubblica utilizzabile per raggiungere le diverse sedi dell’Ateneo, alle associazioni studentesche e alle opportunità sportive offerte dal Cusl (Centro universitario sportivo di Lecce). Novità assoluta, una mappa navigabile delle sedi universitarie, con l’indicazione dell’indirizzo e delle strutture presenti: dalla visualizzazione satellitare si passa alla piantina della città (ma anche dell’area di Ecotekne e di quella della nuova sede di Brindisi) e si naviga con l’aiuto di simpatici “fumetti”. Tante le informazioni sulle opportunità di formazione d’eccellenza, le numerose attività di ricerca che si svolgono a Lecce, le occasioni di studio e di tirocinio post-laurea, i servizi per gli studenti. Tra questi ultimi, quelli che si occupano specificatamente di “orientamento”, come i Cas – Centri accoglienza studenti, ma anche quelli dedicati ai diversamente abili, alle pari opportunità, al job placement. Da studiarealecce, infatti, è semplice anche l’accesso ad AlmaLaurea, il servizio che rende disponibili on line i curricula di 750mila laureati di 48 Atenei italiani (tra i quali anche quello di Lecce) rappresentando un punto di incontro fra laureati, Università e aziende. Con la “Piramide di orientamento”, infine, un semplice “gioco” on line, si può acquisire consapevolezza e valutare le proprie attitudini e risorse personali, per cominciare ad “orientarsi” verso il percorso di studi più coerente con le proprie inclinazioni ed aspettative. Curata dalla dottoressa Vilelmina Capelluti e da uno staff di docenti, rappresentanti delle diverse Facoltà dell’Ateneo, la Piramide prevede una registrazione anonima grazie alla quale gli studenti delle scuole medie superiori possono auto-valutare, tra l’altro, le proprie caratteristiche personali, le abilità logiche e il metodo di studio. Se ne può ricavare un “orientamento” verso i settori giuridico-politico-economico, umanistico, sociopedagogico, ingegneristico, scientifico, scientifico tecnologico e artistico. Uno strumento utile, dunque, anche per i docenti chiamati a “orientare” gli studenti prossimi alla maturità. Sono già migliaia gli accessi registrati: 71.030 le pagine visualizzate solo ad agosto, con una media di circa 180 visite al giorno. Il trend si conferma a settembre, con 15.600 pagine visitate solo nella prima settimana. Tra le pagine più visitate, quelle relative all’offerta formativa (anche post laurea) e quelle della “Piramide di orientamento”. Gli accessi avvengono attraverso il link attivato sul sito ufficiale d’Ateneo www.unile.it, ma anche tramite motore di ricerca (le chiavi principali sono “studiare a Lecce” e le denominazioni dei corsi di laurea). La redazione del sito, coordinata dal professor Paolo Bernardini, è composta da Loredana De Vitis, Marco De Luca (webmaster), Nadia Corianò, Chiara Pellegrino (grafica), Maristella Carrozzo e Giovanna Miglietta. Per contatti diretti è disponibile l’indirizzo e-mail [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!