Il Comune diffama? Paghi

A Lecce spetta risarcire la categoria lesa nel 2000

Per aver diffamato i promotori finanziari, il Comune di Lecce dovrà risarcire la categoria, rappresentata dall’Anasf, con la somma di 25mila euro

Il Tribunale di Lecce, con sentenza del 12 giugno scorso, ha obbligato il Comune della città pugliese a risarcire ai promotori finanziari, rappresentati dall’Anasf, 25mila euro, per aver diffamato la professione. Il caso risale al 2000 quando il Comune, nell’ambito di una campagna antiusura aveva pubblicato l’annuncio: “Usura s.p.a. Pessimi interessi per la tua azienda? Verrà a trovarti un promotore finanziario: denuncialo!”. Parole considerate diffamatorie. “Sono soddisfatto della sentenza perché l’episodio colpì molti colleghi – dice Elio Conti Nibali, presidente Anasf -. E anche perché all’Anasf è stato riconosciuto il diritto di agire per tutelare la categoria”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!