Food sound system, un dj in cucina

Quando musica e cucina nostrana s’incontrano, in una fusione di suoni, sapori ed odori, il risultato è un cocktail coinvolgente

Sabato 16 settembre alle 21.30 nell'atrio del Castello Aragonese di Otranto Donpasta selecter, Legambiente Otranto e Cool Club presentano “Food sound system”, storie e ricette di un dj in cucina

Food Sound System è il progetto multimediale di Donpasta selecter, dj salentino – nato e cresciuto a Otranto – dove si combinano la passione per la cucina del Salento, riflessioni musicali e culturali, attraverso un reading-poetico-musicali, eventi gastronomici, mostre. Lo spettacolo è in tournèe in Italia, Francia e Spagna ed ha partecipato ad importanti eventi, come all'Auditorium di Roma, a Slow Food on film, alla Città del Gusto del Gambero Rosso, al “Mercatino del Gusto” di Maglie o alla Notte Bianca di Napoli. L'uscita per l'editore Kowalski ha assicurato un forte impatto pubblicitario a carattere nazionale e la presenza di recensioni sulle maggiori testate nazionali. In Food Sound System le modalità di preparazione di un piatto risultano lo strumento per intraprendere un discorso più esteso sul mangiare, dove per mangiare si intende l'origine, il territorio, un ricordo, una musica, il consumo critico e poco frettoloso dei beni della terra. Il connubio di questi ingredienti si compie tra righe ricche di suggestioni personali e musicali che si portano appresso le esperienze date dal percorso di ormai decennale come dj, in giro per l'Europa. Food Sound System non ha come obiettivo quello di educare al gusto o all'ascolto, ma piuttosto quello di riconoscere un certo modo di godere dei piaceri e dell'arte del mangiare, del sentire musica, del viaggiare. La presenza del narratore è accompagnata da video “gastronomici” e dall'ensemble napoletano Ringe Ringe Raja&Mescla, che tratta musicalmente i testi e le suggestioni di Donpasta in una continua ed esplosiva alternanza di voci, immagini e suoni. Info: [email protected] www.donpasta.com

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!