Climatizzatori per gli anziani

Il comune di Poggiardo bandisce un concorso per l’erogazione di un contributo finanziario per l’acquisto di climatizzatori

Disponibili presso gli uffici dell’assessorato alle politiche sociali il bando di partecipazione ed il modello di domanda per accedere ai contributi finanziari previsti per l’acquisto di climatizzatori d’aria

Il comune di Poggiardo ha preso parte all’iniziativa adottata dal Consorzio per i servizi sociali, composto dai comuni di Andrano, Botrugno, Castro, Diso, Giuggianello, Minervino di Lecce, Nociglia, Ortelle, Sanarica, S. Cassiano, S. Cesarea Terme, Spongano, Surano e Uggiano La Chiesa, ente che si occuperà dell’attuazione del Piano di Zona dei servizi socio-assistenziali Il Consorzio ha disposto la concessione di un contributo finanziario per l’acquisto di climatizzatori d’aria destinati ai cittadini anziani per far fronte alle crisi determinate dalle elevate temperature estive. Destinatari dei contributi sono gli anziani, di età superiore ai 65 anni, residenti nei 15 comuni dell’ambito specificato. Il contributo, a fondo perduto, è pari al 50% del costo climatizzatore comprese le spese di installazione, e comunque non potrà superare l’importo di € 150,00. «Questa iniziativa va incontro alle numerose richieste dei cittadini anziani delle nostre comunità che vivono in condizioni di disagio economico e di salute – spiega Silvio Astore, sindaco di Poggiardo – che in questo modo potranno ottenere agevolazioni per acquistare ed installare un climatizzatore, che allevii le sofferenze prodotte dalle elevate temperature estive». Per Giuseppe Colafati, assessore alle politiche sociali del comune di Poggiardo, «È importante attivarsi per presentare le domande, rivolgendosi agli uffici competenti, in modo da poter accedere a queste risorse stanziate dal Consorzio per gli anziani che vivono in situazioni di disagio». Le domande devono essere presentate presso l’Ufficio di Protocollo del Comune di residenza entro il 31 agosto 2006.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!