Calici di stelle: edizione 2006

Opportunità per i vini pugliesi che esporranno i loro marchi a Lecce e a Trani rispettivamente il 6 e il 10 agosto

Efficace politica di marketing e confronto con le produzioni francesi e spagnole per migliorare la qualità del prodotto sono gli obiettivi di quest’importante rassegna

Partire dal confronto con le produzioni vinicole francese e spagnola e dai programmi operativi regionali (POR) per migliorare i prodotti tipici pugliesi e stimolare un’efficace politica di marketing. Questi gli obiettivi dell’edizione 2006 Calici di stelle, che si terrà domenica 6 agosto a Lecce e giovedì 10 a Trani. «Una scelta importante per la valorizzazione dei territori a vocazione vitivinicola e delle produzioni tipiche della regione. Proprio in quest’ottica – ha spiegato Enzo Russo, assessore alle risorse agroalimentari della regione Puglia – intendiamo coinvolgere nei prossimi anni tutto il territorio regionale, iniziando dalla provincia di Foggia che non ha mostrato ancora tutte le sue potenzialità». «Continueremo a lavorare sull’aspetto qualitativo delle produzioni – continua l’assessore – per diminuire drasticamente l’importazione di vini e aumentare la quota delle nostre esportazioni che mostrano già un trend positivo». Per Anna Paladino, assessore all’agricoltura della provincia di Bari «l’obiettivo è di arrivare a pacchetti enogastronomici-turistici integrati». L’evento Calici di stelle «si pone su questa strada – sottolinea ancora l’assessore – legando il luogo d’origine di produzione ai prodotti e donando ai turisti la sensorialità dei prodotti».

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!