Verdi e PDCI con Antonio Rotundo

Il valore unitario e strategico della coalizione è stato ribadito dall'On. Rotundo che intanto incassa l'appoggio di Verdi e Comunisti Italiani. A sinistra dello schieramento, la candidatura di Piero Manni di Rifondazione Comunista, appare pertanto più isolata

Verdi e Comunisti Italiani scelgono di appoggiare il diessino Antonio Rotundo, candidato Sindaco di Lecce alle Primarie dell’UNIONE. Grande ottimismo nelle fila dei DS dopo questa ulteriore attestazione di stima per la candidatura dell'ex parlamentare. “Nel ringraziare per la fiducia accordata alla mia candidatura ed al mio progetto di città da parte dei Comunisti Italiani e dei Verdi” – dichiara Rotundo – “voglio fortemente ribadire il valore strategico della coalizione, la sua apertura all’esterno ed al contributo della città viva, dei suoi strati sociali diversi e più disparati”. L’On. Rotundo torna a sottolineare poi, “il carattere altresì unitario di questa coalizione”, ricordando “lo spirito comune a tutte le forze politiche del centrosinistra, che ha animato le stesse sino a questo grande momento di confronto, approfondimento programmatico e contatto con i leccesi, culminato con le Primarie; spirito che già dalle prime ore successive al 17 di settembre animerà ugualmente e unanimemente la nostra alleanza verso le Amministrative del 2007”. Questo spirito di unità, pur nella normale asprezza del confronto con l'elettorato, sembra comunque animare tutti i candidati alle primarie. Gli altri candidati a sfidare il centrodestra per la conquista del comune di Lecce sono: – Loredana Capone (Margherita) – Giampiero Corvaglia (Margherita) – Beppe D'Ercole (Italia dei Valori) – Piero Manni (Rifondazione Comunista)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!