Referendum: partecipazione straordinaria

La soddisfazione di Loredana Capone

Loredana Capone, vicepresidente della Provincia di Lecce, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’esito del Referendum. “Con la loro partecipazione straordinaria al voto – ha detto – i cittadini hanno dimostrato di volere un’Italia unita e solidale”

“Una partecipazione democratica ed una cittadinanza attiva veramente straordinari. I cittadini italiani hanno finalmente preso sulle loro spalle il destino delle norme fondamentali e, perfino al di là degli schieramenti politici, hanno deciso di andare a dire direttamente come la pensano, anche con l’afa e anche quando non era previsto un quorum di partecipazione”. E’ questa il commento di Loredana Capone, vicepresidente della Provincia di Lecce, all’esito del referendum costituzionale del 25 e 26 giugno. Per la vicepresidente della Provincia, il secondo dato che fa riflettere è la schiacciante percentuale ottenuta dal “no”. “I cittadini – dice – hanno detto no ad una riforma scorretta, brutta nella forma e nei contenuti. Rifiutando la riforma approvata dalla sola maggioranza di centrodestra, hanno dimostrato attaccamento ai valori che essa contiene e alla sua idea fondante di un’Italia unita e solidale. In questi giorni – conclude Capone – ho potuto verificare di persona la preoccupazione dei cittadini rispetto ad un progetto di cambiamento che tendeva a dividere il Paese. E’ evidente che questa stessa preoccupazione, unita ad altre considerazioni negative sui contenuti della riforma, ha animato anche gli elettori del centrodestra che, sia al Nord che al Sud, superando la propria appartenenza politica, hanno respinto nettamente il disegno di legge di modifica della Carta Costituzionale proposto dalla Cdl”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!