Poli contro la droga

La Poli propone di eliminare le pintagioni di droga

Depositata in Parlamento europeo una dichiarazione scritta di Poli Bortone sulla lotta alle piantagioni di droga

Adriana Poli Bortone, deputata del Gruppo Uen al Parlamento europeo, ha depositato una dichiarazione scritta sulla lotta contro le piantagioni di droghe. Attraverso questa dichiarazione (che dovrà raccogliere 367 adesioni perché divenga una proposta di relazione) il Parlamento esorta la Commissione ed il Consiglio ad adottare misure di controllo e di contrasto nei confronti di tutti i Paesi che non hanno ancora convertito la propria agricoltura ed a interrompere o non iniziare nessun tipo di trattative con essi. Condanna, inoltre, la mancata conversione delle piantagioni di droghe (come spesso promesso da molti Paesi in via di sviluppo) in altre forme di agricoltura “La lotta contro tutti i tipi di droghe è una priorità dell’Unione europea – sottolinea Poli Bortone – non solo in materia di politica interna, ma anche e soprattutto in una logica di aiuto dei Paesi in via di sviluppo, come quelli del Sud America o dell’Est asiatico, dove la produzione di sostanze stupefacenti è in aumento e si intreccia con preoccupanti fenomeni legati all’esistenza di mafie locali e traffici internazionali e, da ultimo, con lo sviluppo economico di questi Paesi. E poi, non possiamo più tollerare in Europa – conclude l’eurodeputata – l’aumento del consumo di droghe soprattutto tra i giovani”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!