Informazione o comunicazione?

Diversi significati e radici etimologiche dei due termini

Comunicare non è come informare. Lo spiega Stefano Cristante, sociologo e responsabile dell’Osservatorio di Comunicazione Politica dell’Università di Lecce

Il ruolo dell’informazione e della comunicazione all’interno delle battaglie politiche è sempre più rilevante. I due termini, da molti usati come sinonimi, hanno in realtà due radici etimologiche completamente diverse. Stefano Cristante, sociologo e responsabile dell’Osservatorio di Comunicazione Politica dell’Università di Lecce, ne ha precisato il significato nel corso di una recente conversazione. “Informazione – dice Cristante – significa mettere in forma, costruire un insieme di frammenti di cronaca, di resoconto, anche di approfondimento da parte di un’emittente nei confronti di un pubblico. La comunicazione – prosegue – dovrebbe essere invece una cosa maggiormente negoziata e implica un contatto diretto con l’altro; comunicare significa infatti, agire di comune intento”. Inoltre, la comunicazione politica, secondo Cristante, “dovrebbe presupporre una certa iniziativa da parte dei media, come da parte dei partiti, iniziativa che nel corso delle recenti elezioni è stata ridotta all’osso, risultando orientata su un registro che è difficile non legare alla propaganda, ovvero, la confezione preordinata di materiali informativi”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!