Che “FiordiBarocco” a Lecce

Ritorna il concorso floreale

Stavolta i fiori omaggiano l'acqua, l'importante elemento naturale al quale andrebbe rivolta una maggiore attenzione, soprattutto ai giorni nostri. L'acqua sarà, infatti, il tema portante della settima edizione di “FiordiBarocco” il concorso che colorerà le strade e le dimore antiche di Lecce nei giorni 20 e 21 maggio. Oltre ai premi per i vincitori del concorso, sono previsti degustazioni di prodotti tipici, visite guidate nel centro storico e un premio letterario. E, nell'attesa della manifestazione, ecco tutte le categorie del concorso e le modalità di pertecipazione

Giunge alla settima edizione “FiordiBarocco”, il concorso internazionale di decorazione floreale, ideato e curato da Rossella Epifani, che anche quest’anno si svolgerà, come di consueto, nella sede dei “Cortili delle dimore storiche” nel centro di Lecce. L’appuntamento è per le giornate di 20 e il 21 maggio con il tema “I fiori omaggiano l’acqua”, con il quale si intende celebrare il prezioso elemento al quale, soprattutto ai giorni nostri, è necessario rivolgere una più consapevole attenzione. Le otto categorie del concorso fanno riferimento alle forme più caratteristiche che l’acqua acquista, come l’acqua di mare, di lago, di fiume, di cascata, in un bicchiere, di pozzo, di sorgente. E, inoltre, l’acqua nella preparazione dei cibi : “la pizza”, che sarà decorata dai concorrenti con fiori e foglie eduli. Il primo premio verrà proposto da un pizzaiolo per una “pizza FiordiBarocco” e degustata il giorno successivo nel suo locale. La serata di premiazione (si aggiudicheranno il premio i concorrenti che si classificheranno al primo, secondo e terzo posto di ogni categoria, ma sono previsti il vincitore assoluto del concorso e dei premi speciali) avrà luogo nel salone della regina Maria D’Enghien, presso il Castello Carlo V, nella serata di sabato 20 (con inizio alle ore 20.30). A conclusione della premiazione seguirà un buffet. La domenica successiva, alle ore 11, sarà organizzata una visita guidata “FiodiBarocco” nel centro storico di Lecce, per dare particolare rilievo alle ghirlande, ai fregi, ai motivi floreali caratteristici del barocco leccese sui prospetti dei palazzi e nelle chiese; in particolare saranno illustrati il duomo, il palazzo dell’ex seminario, S.Croce col suo celebre rosone, il palazzo dei Celestini, S. Matteo. Nel corso della mattinata di domenica nel cortile dell’ex convento dei Teatini si svolgerà una degustazione di prodotti tipici locali. Ma Fiordibarocco è anche un premio letterario (il primo nel suo genere) dedicato ad autori di libri già pubblicati, che hanno dato, nel loro testo, un significativo spazio narrativo alla natura, ai fiori, ai giardini. L’ultima edizione è stata vinta da Mario Rigoni Stern con “Aspettando l’alba” (Einaudi).

[Ecco, una per una, le categorie del concorso: Acqua di mare Ispirata agli azzurri del mare fino all’indaco in fondo all’orizzonte, composizione in una o più conchiglie. Riservata a professionisti, giudici, insegnanti, dimostratori. Libera. Nicchia. Acqua di lago Ispirata alla superficie quieta di un lago; composizione, non più alta di quindici centimetri, in un largo contenitore piatto Libera. Pallet. Acqua di fiume Ispirata alle rigogliose anse di un fiume; composizione con sole foglie e fiori acquatici e palustri. Libera. Nicchia. Acqua di cascata Ispirata alla fresca giocosità degli zampilli, composizione sospesa Libera. Nicchia. Acqua in bicchieri e brocche Piccole composizioni in bicchieri e brocche di vetro trasparente bianco o colorato di diverse dimensioni. Tavolo. Acqua di pozzo Composizione con fiori di campo in un secchio o innaffiatoio zincato. Libera. Nicchia Pizza per due Decorare le pizze con fiori e foglie eduli. Centrotavola e/o segna posti con fiori e candele disposti sulla superficie dell’acqua dei contenitori. Tavolo. Fiori imposti. Acqua di sorgente Ispirata alla nascita di un percorso acquatico; composizione, senza l’uso di oasis, che metta in evidenza gli steli dei fiori nell’acqua del vaso trasparente. Nicchia. Disegno dal vero. Estemporanea Puttini, ghirlande, decori, fregi su portali e prospetti delle dimore storiche nel centro delle città.]

Il concorso è aperto anche ai dilettanti per i quali è stato istituito un corso gratuito di preparazione, che si svolgerà nella settimana dall'8 al 15 maggio, presso il castello Carlo V di Lecce, con orario dalle 16.30 alle 18.30. Queste e altre informazioni sono consultabili sul sito internet del Comune di Lecce, www.comune.lecce.it.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!