Santa Maria Maddalena ad Uggiano la Chiesa

Dal 21 al 23 il paese onora la sua protettrice

Tre giorni interamente dedicati alla festa di Santa Maria Maddalena. La leggenda che la racconta apparsa in sogno all’arciprete, intenta a salvare il raccolto da una dannosa gelata, e altri numerosi miracoli che le si attribuiscono. La storia della profonda fede religiosa della popolazione di Uggiano la Chiesa, descritta nel nome e nello stemma civico.

Il 21-22-23 luglio si festeggia Santa Maria Maddalena ad Uggiano. La piccola chiesa dedicata alla santa è molto bella ed ha una caratteristica cupola che, se osservata dal mare, ricorda quella di una moschea. Nel 1745, vi fu una tremenda gelata e S. Maria Maddalena intervenne e salvò tutto il raccolto. Nella notte la santa apparve in sogno all’arciprete, nell’atteggiamento di coprire i campi, preservandoli dai danni della gelata. Allora, il popolo riconoscente costruì in suo onore la chiesa che, iniziata nel 1757, venne terminata nel 1775. Questo non è il solo miracolo attribuito a S. Maria Maddalena. Nel 1832, si riferisce che la Santa, col suo manto miracoloso, allontanò e protesse Uggiano da un furiosissimo turbine che colpì il resto del Salento, causando molti morti e feriti. La religiosità è un elemento fondamentale nella storia di Uggiano La Chiesa, come già il nome del paese testimonia, e come testimonia anche lo stemma civico. Sullo stemma è raffigurata un’ostia circondata da sedici raggi, con l’iscrizione “Sol in leone fortior” (“Il sole è più forte nella costellazione del Leone”) all’interno dello scudo e, più in basso, l’iscrizione “Vigilarium Ecclesiae” (“Sentinella della Chiesa”). Uggiano fu un feudo che gli aragonesi donarono alla Chiesa di Otranto dopo l’assedio dei Turchi del 1480, perché divenisse un posto di guardia, dato che il casale di Uggiano si trovava su un punto molto alto. Infatti “vigilarium”, o “vigilarius”, significa “posto di vedetta, sentinella”, e dunque Uggiano sentinella di Otranto, oltre che della Chiesa; e da “Vigilarium” viene “Viaggiano”, l’antico nome di Uggiano. Da minuscolo centro, Uggiano divenne così un centro sempre più popoloso e contraddistinto dalla sua viva religiosità. Il toponimo del paese conferma la sua origine cattolica ed anche l’ostia e soprattutto l’iscrizione “Sol in leone fortior”, posta al di sotto della raggiera, stanno a significare che la fede degli uggianesi è ancora più forte del Sole quando si trova nel punto del suo massimo splendore, ossia nella costellazione del Leone. E l’ostia, oltre ad essere chiara testimonianza di fede, sintetizza anche i due principali prodotti agricoli nell’economia di Uggiano: il grano e la vite che, come pane e vino, compongono l’Eucarestia, uno dei sacramenti più alti della Chiesa cattolica. Di tutto questo ci parla l’arma civica di Uggiano, “sentinella della fede”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!