Il Presidente Alfarano lascia

Di seguito riportiamo integralmente il testo della lettera spedita da Fulvio Alfarano al Sindaco Remigio Venuti , con la quale il presidente dell'U.S. Casarano manifesta la disponibilità a cedere il titolo sportivo.

“In riscontro alla pregiata sua del 28/06/05, prot. 13623, con la presente, le confermo la mia completa disponibilità a lasciare il titolo sportivo della U.S. Casarano S.p.a. La invito formalmente a voler ricercare tutte le soluzioni idonee a garantire il futuro del calcio casaranese, confermandole sin d’ora il mio totale disimpegno e pregandola, nel contempo, di voler assicurare l’iscrizione della squadra al prossimo campionato di Eccellenza (entro e non oltre il 14 luglio p.v.). Sarà mia premura farle consegnare la documentazione richiesta e le relative disposizioni federali non appena mi saranno pervenute. Mi consenta di esprimere, ancora una volta, il mio disappunto per l’incresciosa situazione determinatasi a causa della precisa volontà, più volte manifestata da parte di codesta amministrazione, di non voler comunicare i nomi di eventuali persone disposte a rilevare il titolo sportivo. E’ mio dovere informarla che tale richiesta è stata vivamente formulata anche da parte di numerosi tifosi nel corso dell’assemblea pubblica tenutasi in data 30/06/05, presso l’auditorium comunale da noi promossa e da lei non condivisa. Colgo l’occasione per ringraziare i consiglieri comunali avv. Francesco Ferrari e dott.ssa Antonella Barlabà, gli unici che ci hanno onorato della loro presenza. La prego, per concludere, di voler invitare tutti i consiglieri comunali e gli assessori ad astenersi dal formulare giudizi e di fondere notizie false e tendenziose tra i tifosi, attribuendo al sottoscritto ogni responsabilità in merito alla grave crisi del calcio casaranese. Sono certo che grazie alla sua lungimiranza ed alla oculata e sapiente gestione dei nuovi responsabili, la squadra saprà cogliere prestigiosi risultati, certamente più consoni alla tradizione sportiva di Casarano e all’indiscusso prestigio di codesta amministrazione”. Distinti saluti

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!