Brava, anzi bravissima Laura

L’emozione di un fan che la sera del 28 giugno era lì, sotto il palco

Il Laura Pausini tour world 2005 ha fatto tappa a Taranto a fine giugno. Lo stadio Iacovone gremito di fans, uniti dalla passione per la musica e le parole della cantante emiliana, ripetute a memoria e a gran voce da tutti i presenti.

Il 28 giugno 2005, allo stadio Iacovone di Taranto, alle 21.15, si è aperto il sipario del grande concerto di Laura Pausini: TOUR WORLD 2005. Portato in giro per tutta l’Italia e gran parte d’Europa, quello di Taranto, sicuramente è uno dei più grandi eventi musicali pugliesi dell’estate 2005 insieme a quello leccese di Vasco Rossi. Laura Pausini, 31 anni compiuti il 16 maggio scorso, è da 12 anni sempre ai vertici delle hit di tutto il mondo, ad iniziare dal ’93 quando vinse, tra le nuove proposte, il festival di Sanremo con il brano“ La solitudine”. Allo stadio erano presenti in ventimila, giovani e famiglie intere, a cantare tutte le sue canzoni, a partire dalla prima, “ Fidati di me”, che ha dato inizio al concerto. Laura ha subito stabilito un perfetto feeling con il suo pubblico ed ha presentato i nuovi brani di “Resta in ascolto”, il suo ultimo album, ai primi posti in tutto il mondo, uscito in ottobre, e contenente, anche, i singoli “La prospettiva di me”, “E mi abbandono a te”, scritto per lei da Madonna, “Vivimi” di Biagio Antonacci, “Come se non fosse stato mai amore”, suo più recente successo, con il quale partecipa al Festivalbar. Con Bruno Zucchetti al pianoforte, la Pausini ha poi reinterpretato tutti i suoi vecchi successi: “Strani Amori”, “In assenza di te” e le straordinarie “Tra te e il mare”, “Un’emergenza d’amore” ed “Incancellabile”. Con la “Solitudine” e “Non c’è”, l’esplosione di applausi è stata indescrivibile, ovunque luci e accendini accesi per rendere ancora più magica l’atmosfera e permettere di realizzare quella straordinaria alchimia che solo la “Vera Musica” riesce a realizzare. Molto suggestiva l’interpretazione del brano che dà il titolo all’album, “Resta in Ascolto” e del suo hit inglese, con il quale ha trionfato in America, “I am surrender”. Sullo sfondo del grande palco rettangolare, uno schermo video con i più bei video dell’artista romagnola più “matura” ed impegnata musicalmente, che non ha paura di restare sola ed iniziare un nuovo percorso artistico senza rinnegare il passato. Per chiudere in bellezza, salutando e ringraziando tutti, il brano che le ha “regalato” il suo amico Vasco: BENEDETTA PASSIONE. E sì………, è proprio una benedetta passione quella che ha legato ventimila persone, che con entusiasmo e trepidazione, hanno partecipato ad uno spettacolo vero dove la Voce e la Musica hanno fatto da regine: BRAVA anzi BRAVISSIMA LAURA! di Rodolfo Toma

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!