La stagione dei ragazzi

L'iniziativa di Casarano in risposta all'esigenza di teatro dei giovani

L'iniziativa dell'Amministrazione di Casarano che permetterà ai ragazzi di entrare in contatto col mondo del teatro. Una serie di spettacoli dedicati ai più giovani.

“I ragazzi hanno una forte esigenza di teatro”, parola di Remigio Venuti, sindaco di Casarano, che ha predisposto, in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e con i Cantieri Teatrali Koreja un cartellone di cinque spettacoli, scelti su misura dei ragazzi, a seconda delle diverse fasce d’età. Gli spettacoli si terranno presso il Teatro Filograna di Casarano, da febbraio ad aprile 2005. una scena dello spettacolo I musicanti L’iniziativa, che si inserisce nel programma culturale dell’Amministrazione, avvicinerà i più piccoli alla scena e consentendo loro di provare quella particolare emozione di assistere ad uno spettacolo dal vivo, con attori che interagiscono con il pubblico. I ragazzi, infatti, assisteranno, di volta in volta, a veri e propri happening, durante i quali potranno porre domande agli attori, visitare le quinte del teatro e scoprire i trucchi del mestiere. una scena de Il gatto con gli stivali I titoli scelti spaziano da fiabe tradizionali, Peter Pan e Pinocchio, a fiabe contemporanee, mix di musica e teatro, come Sette note in fuga, al teatro di attori, burattini e tecnologie di Quel diavolo di Bertuccia di koreja, ideate per i più piccini; chiude la rassegna lo spettacolo Via, pensato per i giovani delle superiori, sulla tragedia di Marcinelle e sul fenomeno di migrazione che coinvolse il Sud Italia nel dopoguerra. L’Amministrazione fornirà, per l’iniziativa, un contributo di 3000,15 euro e garantirà ai giovani un servizio di trasporti, per gli spostamenti, in orario scolastico, da scuola a teatro. Il costo del biglietto, di 3,5 euro ha il valore pedagogico di insegnare che la cultura ha un prezzo. Nei casi di indigenza dei ragazzi (segnalati dagli insegnanti), il Comune si farà pieno carico delle spese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!