Primarie: Vendola batte Boccia

Nichi Vendola è ufficialmente l'anti-Fitto

Col 50,9% contro il 49,1%, Nichi Vendola vince le primarie e diventa il candidato alla presidenza della regione Puglia per il centro-sinistra

Nichi Vendola, deputato di Rifondazione Comunista, ha ottenuto 40.358 voti contro 38.676 del rivale Francesco Boccia. Marginale il numero delle schede e (174) e delle bianche (88). La partecipazione a quello che può essere considerato il primo esempio di primarie nel nostro Paese si è attestato sulle 79.296 unità (quasi il 3% dell'elettorato). Un'affluenza, in una fredda giornata invernale, considerata fallimentare dal centrodestra e salutata entusiasticamente dal centrosinistra. Un giovanissimo Nichi Vendola Le congratulazioni per il successo ottenuto sono arrivate a Vendola dal suo diretto avversario a scrutinio ancora in corso, quando, mancando ancora sei seggi, il vantaggio del candidato di Rifondazione si attestava già oltre le duemila schede. “Vendola ha vinto meritatamente, ma hanno vinto anche i pugliesi”. Così Francesco Boccia ha riconosciuto la sconfitta alle primarie. “Il gelido inverno della destra sta per finire” è stato invece il commento a caldo rilasciato dal deputato di Rifondazione che ha vinto la consultazione. “Credo che oggi sia stata riaffermata l'importanza dell'unità a sinistra. Da oggi il centro-sinistra è una cosa più grande, non un semplice accordo fra partiti, ma un grande processo democratico”, ha aggiunto Nichi Vendola. Francesco Boccia Quanto al suo avversario, Vendola ha detto che Boccia è una risorsa per la regione, “una persona pulita e preparata. La nostra campagna elettorale è stata leale e corretta”. “Abbiamo vissuto un grande evento democratico per le sue dimensioni, e anche nuovo. e un momento eccezionale di democrazia. Ha prevalso Vendola che è il candidato di tutti e lo sosterremo con forza e con stima”. Questo il commento di Massimo D'Alema che non ha dimenticato di sottolineare che “Francesco Boccia ha conseguito un risultato importante, è un uomo nuovo e giovane e credo che la sua persona sia una risorsa importante per il centro-sinistra. Tocca ora al candidato tracciare la strada, dato che occorre conquistare il consenso degli elettori pugliesi”. La notizia della vittoria di Nichi Vendola nelle primarie pugliesi è stata accolta “con emozione” da Fausto Bertinotti che ha definito l’affermazione del candidato di Rifondazione come una vittoria della politica. “La politica – ha dichiarato infatti in una nota – e' davvero una grande risorsa quando si affida al popolo”. Per il leader di Rifondazione, con Vendola vince “un uomo politico legato ai movimenti ed espressione della sua terra”. E insieme a Vendola, vincono anche “tutti coloro che hanno accettato di far decidere la candidatura a presidente della Regione Puglia alle primarie, da Boccia a Prodi a tutti coloro che hanno puntato sulla democrazia”. “La grande alleanza democratica esce rafforzata dalla prova pugliese che l'aiuta ad avere coraggio”. Ha espresso soddisfazione per il risultato delle primarie del centro-sinistra anche Franco Grillini, deputato Ds e presidente onorario dell'Arcigay. “Ho sempre affermato che Nichi Vendola sarebbe stato un candidato all'altezza per la presidenza della Regione Puglia e sono felice che questo giudizio sia stato condiviso dalla maggioranza degli elettori del centro-sinistra nel corso delle primarie pugliesi”. Secondo Grillini, “Vendola rappresenta quel rinnovamento della sinistra della libertà e dei diritti che, come a Parigi e a Berlino, ha ormai un vasto consenso popolare”.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!