Donne, Stem e transizione digitale: due workshop in Puglia

Gli eventi si svolgeranno a Molfetta il 10 marzo e a Lecce il 23 marzo e rientrano nel format del Caffè scientifico del CREIS, il  Centro Ricerca Europea per l’innovazione Sostenibile. La presidente Serenella Molendini: “Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica sono ambiti in cui ci sono ancora barriere e  pregiudizi culturali e sociali che rendono difficile le carriere femminili”

Riflettere sul ruolo delle donne nelle Stem, Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica, e nella transizione digitale e sui colli di bottiglia che ancora oggi rendono difficile le carriere femminili nella ricerca e nell’innovazione tecnologia: con questo obiettivo in Puglia sono stati organizzati due workshop, il primo a Molfetta, il 10 marzo, e l’altro a Lecce il 23 marzo.

Gli eventi rientrano nel progetto “Futura. La Puglia per la Parità”, lanciato dalla presidenza del Consiglio regionale della Puglia e sono organizzati dal al CREIS, il Centro Ricerca per l’Innovazione Sostenibile presieduto da Serenella Molendini, in collaborazione con ItalianRSA guidato da Gianna Avellis, nell’ambito del format Caffè scientifico, creato riprendendo la tradizione dei caffè letterari nell’epoca dei Lumi nella Francia rivoluzionaria.

“L’obiettivo è favorire la riflessione su tutti gli ostacoli e i pregiudizi che ancora esistono in questi ambiti”, dice la presidente del CREIS Serenella Molendini. “Le Steam, Scienza, Tecnologia, Arti, Ingegneria e Matematica, così come la transizione digitale, sono terreni in cui le distinzioni di genere non devono avere alcun peso, essendo al contrario un fardello di cui liberarsi”, sottolinea.

L’evento del 10 marzo a Molfetta sarà dedicato al tema “Le Donne e le STEAM: un percorso di role models tra passato e presente” e si svolgerà dalle 16 alle 19 nella sala dell’I.ISS Galileo Ferraris, in via Togliatti 4. L’evento è organizzato per ridare voce alle donne che hanno fatto la storia dell’informatica, menti geniali e visionarie che negli ultimi due secoli sono state sottovalutate, emarginate e dimenticate.

Sono previsti gli interventi della presidente del Consiglio regionale della Puglia, Loredana Capone, con un focus sul progetto Futura; del Prof. Massimiliano Ruzzeddu componente del comitato scientifico di CREIS per il Progetto Futura; della docente di Storia della rivoluzione digitale presso l’università di Bari, Carla Petrocelli; della ricercatrice leader in ITC presso Innovapuglia, Gianna Avellis, anche Presidente dell’Italian Research Staff Association e della docente di Chimica presso l’ateneo barese, Angela Agostiano, Presidente dell’European Chemistry Association.

Il workshop a Lecce del 23 marzo sarà l’occasione per approfondire il tema “Donne e Transizione digitale” e si svolgerà nella sede del Must, il Museo storico della Città, in via degli Ammirati, dalle 15,30 alle 18.

Oltre al saluto istituzionale della presidente del Consiglio Loredana Capone promotrice dell’Avviso Pubblico “Futura. La Puglia per la Parità”, sono previsti gli interventi dell’Assessora alla Cultura, Valorizzazione del patrimonio culturale e alla Pubblica Istruzione del Comune di Lecce, Fabiana Cicirillo; del Rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice e della consigliera della Provincia di Lecce con delega alla Cultura e alle Pari Opportunità, Paola Povero.

A dialogare con dirigenti, docenti e studentesse, oltre alla presidente del CREIS, saranno la docente universitaria dell’UniSalento, Anna Maria Cherubini, delegata alle Politiche di Genere; la ricercatrice del CNR Cristina Mangia, già presidente dell’Associazione Donne e Scienza; la presidente dell’Italian Rsa (Italian Research Staff Association), Gianna Avellis, ricercatrice Leader di InnovaPuglia e componente del W20 Italia e India (2023) per il gruppo Digital Empowerment delle Donne; la dirigente dell’ITES Olivetti, Patrizia Colella, esperta STEM (Science, Technologies, Engineering and Mathematics) e l’ingegnera di Altea Federation, Fabiana De Santis.

Leave a Comment