Esperte pugliesi costruttrici di futuro”, nasce il gruppo di lavoro

Una Think tank stimolata da Creis, Centro di ricerca europeo per l’innovazione sostenibile, chiama a raccolta tutte le Università pugliesi e gli enti pubbilci. Obiettivo: valorizzare le esperte di tutti i settori della conoscenza e dare loro voce sui media. Primo passo: costruire una banca dati, sul modello di quella delle “100 esperte” di Giulia giornaliste

Si è insediato il Gruppo del Progetto “Esperte pugliesi Costruttrici di Futuro”, promosso dall’Associazione CREIS (Centro Ricerca Europea per l’Innovazione Sostenibile).

Il progetto ha preso le mosse a seguito della firma del protocollo di intesa, sottoscritto durante il Forum delle Giornaliste del Mediterraneo, tra il CREIS, l’Università di Bari e il Progetto Nazionale 100 esperte contro gli stereotipi di genere, ideato da Osservatorio sulla Comunicazione di Pavia e dall’Associazione “Gi.U.Li.A giornaliste” e sviluppato con Fondazione Bracco, grazie al supporto della Commissione Europea, con il patrocinio della RAI Radiotelevisione Italiana, del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e della Consigliera Nazionale di Parità.

ll progetto Progetto Esperte pugliesi Costruttrici di Futuro si è posto dunque i seguenti obiettivi:

  • diffondere il Progetto Nazionale della Banca dati 100esperte.it;
  • individuare, con attività di scouting nelle Università pugliesi, ma anche tra le libere professioniste, figure di altro profilo nei vari settori del Sapere, affinché, dopo un’attenta valutazione basata sui criteri scientifici elaborati dai Comitati nazionali, tali figure possano entrare a far parte della Banca Dati nazionale;
  • disseminare i risultati delle ricerche delle esperte;
  • promuovere la banca dati presso i mass media pugliesi, affinché sia data voce alle esperte individuate, negli spazi informativi e convegnistici, garantendo il principio di uguale rappresentanza di genere;
  • dare attuazione all’art. 25 lettera d) della Legge regionale 7 del 2007 che prevede la costituzione di una banca dati regionale di curricula per l’individuazione di personalità da consultare nelle materie di cui sono esperte.

Hanno dato adesione al Gruppo regionale, promosso da CREIS, le Università pugliesi con le seguenti delegate:

Università degli Studi di Bari/Centro di eccellenza per l’Innovazione e la creatività, Prof. Gianluigi De Gennaro;

Università degli Studi di Foggia, delegata la Prof.ssa Madia Donghia, Presidente CUG

Università degli Studi del Salento, delegata la Prof. Anna Maria Cherubini, Delegata Politiche di genere

Libera Università del Mediterraneo (LUM) – delegata la Prof. Alessandra Ricciardelli.

Hanno dato adesione le seguenti Istituzioni:

Co.Re.Com. Puglia – Presidente Lorena Saracino

Consigliera Regionale di Parità – Stella Sanseverino

Regione Puglia: Dir. Francesca Zampano, Funzionaria Tiziana Corti, Dir. Antonella Bisceglia.

Hanno preso parte all’incontro le promotrici del Progetto Nazionale “100 esperte”: Luisella Seveso e Maria Luisa Villa dell’Associazione Gi.U.Li.A., Gaela Bernini per la Fondazione Bracco, promotrici del Progetto Nazionale, la prof. Luisa Torsi, esperta di Chimica, presente nella banca Dati Nazionale e Testimonial del Progetto Regionale, le Socie CREIS che supporteranno il Progetto: Marilù Mastrogiovanni, Raffaella Patimo, Gianna Avellis, Valeria Maione, Massimiliano Ruzzeddu.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment