Un abbraccio per fare comunità

Molto più di una sagra: al M-Eat & Sound il cibo si fa vincolo che unisce e spinge a conoscersi, senza alcuna ritrosia.

Combattere la solitudine e l’isolamento, perché insieme si è più forti: questo il messaggio degli organizzatori, che risuona forte come la musica della tradizione; ospiti delle serate, un gruppo di anziani della residenza Mai soli

Il Salento s’abbraccia e fa la ola, alza in alto i bicchieri e brinda alla voglia di stare insieme e sentirsi comunità.

Accade a Leverano, borgo autentico d’Italia, che fino al 15 agosto prossimo sarà palcoscenico d’eccezione per M-Eat & Sound, festa dell’abbraccio organizzata dall’associazione I-Train, dove le eccellenze dell’universo enogastroalimentare di Puglia, regine di molti eventi estivi, per una volta saranno strumento e non fine ultimo.

Una sgagliozza o una popizza, una fetta di pane di Altamura o una pittula, due dita di vino o una pinta di birra artigianale aiutano a far convivio, ad abbracciarsi sotto il nome del gusto e della festa.

E se cotante bontà non bastassero, ci penserà la musica, con spettacoli differenti e anch’essi legati alla tradizione di casa nostra, di scena dal grande palco allestito presso l’area mercatale di Leverano (inizio ogni giorno fino a Ferragosto alle 21 e chiusura alle 00.30)

Ingresso libero, sì, ma un biglietto virtuale s’ha da pagare: o ci si abbraccia o non si può partecipare!

M-Eat & Sound infatti, è stato preceduto dall’Abbraccio tour, un photocontest intinerante per le spiagge, gli stabilimenti balneari e gli eventi del Salento, nel corso del quale le persone sono state travolte dall’onda anomala dell’invito a spalancare le braccia verso il vicino.

Ma abbraccio è anche cuore aperto, alle istanze del territorio, a chi si sente solo o versa in situazioni svantaggiate. Una tenda allargata appena, con garbo e misura, su squarci di quotidianità differenti, difficili.

Così per ognuna delle serate, fino a martedì, la festa diventa solidarietà con ospiti d’eccezione: gli anziani della residenza MAI SOLI, avranno la possibilità di passare un momento di allegria, accompagnati dagli assistenti, e di godere della festa tornando ragazzini.

Poi sarà la volta  dei referenti di CARITAS, cui M-EAT & SOUND, donerà numerose pedane d’acqua e 130 magliette in cotone per gli ospiti delle diverse mense tra la provincia di Lecce e quella di Brindisi, e ancora, la testimonianza e l’abbraccio dell’associazione all’associazione oncoematologica PER UN SORRISO IN PIU’ (www.perunsorrisoinpiu.net), per cui interverrà Anna Lucia Sabetta insieme ad altre volontarie.

Sorridere si può, si deve. Combattere le ritrosie, i dubbi, i preconcetti, la diffidenza e la paura dell’altro, di chi ci siede o ci cammina accanto, è più facile di quanto si pensi.

Invece di aggrottare la fronte e sprecare tempo a pensare, basta girarsi di poco e abbracciare chi abbiamo accanto. È liberatorio e fa bene, all’anima.

Questo il fil rouge dell’evento. A metà serata tutti in silenzio, armati di sorriso, e via al grande abbraccio del Salento! (F.P.)

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati