Italbasket U17 femminile: preparazione a Taranto

Taranto. Raduno dal 7 giugno, quadrangolare dal 20 al 22 con Australia, Spagna e Ungheria

(ph: Fiba Europe) TARANTO – Un quadrangolare premondiale contro Australia, Spagna e Ungheria, in programma a Taranto dal 20 al 22 giugno. Passerà dalla Puglia l'ultima verifica dell'Italbasket femminile under 17 prima della partenza per la Repubblica Ceca, dove si disputerà il Mondiale di categoria. Le azzurrine allenate da coach Umberto Alliori si raduneranno nel capoluogo jonico sabato 7 giugno, per rimanerci per due settimane, sino a mercoledì 25. Il clou della preparazione sarà rappresentato dalla disputa del torneo, da giocarsi al PalaMazzola di Taranto, sede anche degli allenamenti. “E' un motivo di grande soddisfazione aver riportato una nazionale femminile proprio a Taranto, che sino alla scorsa stagione era una delle piazze italiane di maggior prestigio e seguito, grazie ai successi del Cras – osserva Margaret Gonnella, presidente del Comitato Fip Puglia –. Lo sviluppo del movimento femminile è tenuto in grande considerazione dal comitato regionale, che da anni ha puntato su uno staff qualificato ed appassionato, incoraggiando la continuità tecnica del Progetto Azzurrina. Il numero delle ragazze che si approcciano alla pallacanestro è in crescita e negli ultimi mesi abbiamo registrato un certo fermento in ogni provincia pugliese. L'arrivo di una nazionale può accelerare indubbiamente tale processo, oltre che rappresentare un traguardo possibile per le ragazze alternatesi nella rappresentativa PugliAzzurra”. Si prospetta un mese di giugno colorato di azzurro, vista la venuta a Brindisi della nazionale maschile sperimentale da lunedì 22 giugno, per l'ultimo raduno prima della disputa di un torneo in Cina: due le amichevoli in programma, entrambe con la Francia, martedì 24 a Brindisi e giovedì 26 a Taranto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment