Carlo Flamigni a Bari

Bari. Il padre dell'inseminazione artificiale terrà una lectio magistralis nel corso di un congresso internazionale sulla procreazione medicalmente assistita

Si apre venerdì 4 aprile alle ore 14.00 (e proseguirà anche per il giorno successivo) presso l'Hotel Palace in Via Francesco Lombardi 13 a Bari, l’evento scientifico “Procreazione medicalmente assistita – Strategie per ottimizzare i trattamenti”, organizzato dal Dott. Pasquale Totaro e dalla D.ssa Yoon Sung Cho della Casa di Cura “Santa Maria” di Bari. Obiettivo del workshop, giunto alla sesta edizione, è fare il punto della situazione sui risultati raggiunti in Italia dagli specialisti della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) nel trattamento dell’infertilità. Ospite d'onore della due giorni di studio è il prof. Carlo Flamigni, il “padre” della così detta fecondazione assistita in Italia. Temi del congresso Le tecniche, le norme di legge, le percentuali di successo. Ovvero: la procreazione medicalmente assistita in tutti i suoi risvolti. Se ne parlerà a Bari nelle giornate del 4 e del 5 aprile prossimi. Per due giorni il capoluogo pugliese diventerà la capitale della medicina e della ricerca medica. Luminari internazionali si ritroveranno presso il Palace Hotel di Bari per prendere parte al sesto workshop “Procreazione medicalmente assistita – Strategie per ottimizzare i trattamenti” organizzato dall’ospedale privato accreditato “Santa Maria” allo scopo di offrire una rivisitazione delle tecniche di pma, dalla stimolazione al congelamento. Referenti dell’evento sono la dott.ssa Yoon Sung Cho ed il dott. Pasquale Totaro del Centro Pma del “Santa Maria”. Molto attesa la partecipazione del prof. Carlo Flamigni, medico chirurgo e libero docente in Clinica Ostetrica e Ginecologica, oltreché membro del Comitato nazionale di Bioetica. A Flamigni è affidata la lettura magistrale “Pma, ieri oggi e domani”, prevista per il 4 aprile alle ore 15. Il momento formativo è rivolto a 150 tra biologi, tecnici sanitari di laboratorio biomedico, medici chirurghi (specialisti in Ematologia, Genetica Medica, Ginecologia e Ostetricia, Urologia, Patologia clinica e Medicina generale), infermieri e ostetriche. L'iscrizione è gratuita ma obbligatoria. Il seminario varrà nove crediti formativi ed offrirà una rivisitazione delle tecniche di pma, dalla stimolazione al congelamento, allo scopo di ottimizzare i risultati del trattamento. La PMA in Italia Se in Europa la procreazione medicalmente assistita è sempre più utilizzata, con un incremento annuale del 10% del numero dei trattamenti, in Italia la tendenza è opposta. Il nostro Paese è infatti uno degli Stati con la minore disponibilità di trattamenti. Tuttavia, dopo la sentenza della Corte Costituzionale (la n. 151 del 2009) che ha rimosso alcuni divieti previsti dalla legge 40, qualcosa sembra muoversi, anche in Italia che sta gradatamente colmando il gap che la divide dal resto d'Europa, anche perché, per effetto della sentenza, stanno diminuendo le coppie che si rivolgono ai centri esteri per il trattamento. Altro effetto positivo della sentenza è che è stata ristabilita l'autonomia del medico che, sempre con il consenso della coppia, opera le necessarie scelte professionali nel rispetto della salute della donna. Le novità introdotte dalla sentenza della Corte sono sostanziali: gli ovociti fecondabili non sono solo tre, ma tutti quelli utili per ottenere un numero di embrioni necessari per un serio tentativo di concepimento; concesso anche il congelamento degli embrioni in sovrannumero e, di conseguenza, la riduzione del rischio di gravidanza multipla. Chi è Carlo Flamigni Nato a Forlì il 4 febbraio 1933, il prof Carlo Flamigni è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bologna nel luglio del 1959 e specializzato in Ostetricia e Ginecologia nel 1963 presso la stessa Università. Libero Docente in Ostetricia e Ginecologia nel 1964, dal 1972 al 1980 è stato professore incaricato di Endocrinologia Ginecologica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna. Direttore del Servizio di Fisiopatologia della Riproduzione dal 1975 al 1994, e direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università degli Studi di Bologna dal novembre 1994 al dicembre 2001. Dal 1980 al 2004 è stato professore ordinario prima di Endocrinologia Ginecologia e poi di ginecologia e Ostetricia presso l’Università degli Studi di Bologna e professore fuori ruolo nella stessa Università dal novembre 2005 all’ottobre 2008. Fa parte del Comitato di redazione di numerose riviste scientifiche. Ha pubblicato oltre 1000 memorie scientifiche originali, numerose monografie, libri di divulgazione e articoli su tematiche di bioetica. E’ stato inoltre editore di 28 volumi scientifici e di atti congressuali. Dal 1990 è consulente scientifico di Tecnobios Procreazione di Bologna. E’ stato presidente della SIFES – Società Italiana di Fertilità e Sterilità e Medicina della Riproduzione. E’ membro del Comitato Nazionale per la Bioetica, presidente onorario dell’Aied (Associazione Italiana per l’Educazione Demografica), presidente onorario dell’Uaar (Unione degli Atei e degli Agnostici razionalisti). E’ socio onorario della Consulta di Bioetica. La sua ricerca degli ultimi anni si sta concentrando su contraccezione maschile, tecniche di fecondazione assistita, bioetica ed etica medica. Il programma del workshop 4 aprile Ore 14.00: Registrazione dei partecipanti 14.15: Saluto del presidente 14.30: Apertura dei lavori presentazione degli obiettivi formativi Y.S. Cho, P. Totaro Moderatori: Y.S. Cho, P. Totaro 15.00 Lettura magistrale: PMA ieri, oggi e domani C. Flamigni 16.00 Quali e quanti embrioni da trasferire? S. Palini 16.45 Crioconservazione degli embrioni: – quando e per chi? – situazione oggi in Italia – strategie mediche ed economiche A. Borini 17.30 Discussione Moderatori: A. Colicchia, A. Monaco 18.15 Gestione delle poor responders R. Depalo 19.00 Gestione delle high responders: gravidanza senza OHSS D. Carone 19.45 Discussione conclusiva 20.30 Chiusura Lavori 5 aprile Moderatori: Y.S. Cho, P. Totaro 09.00 Ovociti: c'è un numero ideale da reclutare? G. Ruvolo 09.45 Crioconservazione degli ovociti: quali ovociti per quale donna? P. Boyer 10.30 Discussione 11.30 Lettura magistrale: Fattori predittivi della gravidanza L. Gianaroli 12.30 Coffee Break Moderatori: D. Baldini, F. Tomei 12.45 Gestione di ripetuti fallimenti di embryo transfer F.M. Ubaldi 13.30 Embryo transfer: aspetti tecnici C.M.M. Brigante 14.15 Discussione 15.15 Chiusura dei lavori e consegna del questionario ECM

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!