Viola il divieto di avvicinarsi alla ex. Ai domiciliari

Poggiardo. Tre le violazioni accertate e denunciate dalla ex moglie. Ritorna agli arresti un 37enne

POGGIARDO – Aveva minacciato la ex moglie con un fucile, ed al termine di una serie di episodi in cui aveva tenuto condotte persecutorie, era stato arrestato e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Accadeva l’8 febbraio scorso. Pochi giorni dopo, su specifica istanza, era stato scarcerato ma con il divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla ex moglie e di avere alcun contatto con lei. Ma il provvedimento ha avuto vita breve: Carmine De Rinaldis, classe 77, di Cerfignano, è stato arrestato nuovamente martedì pomeriggio dai Carabinieri di Poggiardo. A far scattare le manette, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, sono state ben tre violazioni del divieto imposto, il 17, il 18 e 20 marzo con ripetuti contatti ed, in un caso, anche con la violazione del divieto di avvicinarsi. Non hanno tardato ad arrivare le denunce da parte della ex moglie e del suo attuale convivente, a seguito delle quali, i successivi accertamenti da parte dei Carabinieri di Poggiardo hanno consentito di ripristinare la misura cautelare nei confronti del 37enne. De Rinaldis è stato nuovamente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!