Metano in autostrada, la Regione firma l’accordo

Bari. Implementare i punti di erogazione sulla rete autostradale. Uno studio Legambiente individua le aree di servizio idonee all'erogazione

BARI – Arriva il metano anche nella rete autostradale pugliese. A questo obiettivo, ecologico e allo stesso tempo economico, punta l'accordo sottoscritto nei giorni scorsi dall'assessora allo Sviluppo economico della Regione Puglia Loredana Capone con l'Aiscat (Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori), Legambiente, Unione Petrolifera, Federmetano e Assogasmetano. Lo stesso accordo è stato già sottoscritto dalle Regioni Emilia Romagna, Liguria, Lombardia e Piemonte. Obiettivo comune delle parti è implementare i “punti di erogazione di metano per autotrazione sulla rete autostradale”, attualmente scarsi se non del tutto assenti. “La nostra regione – ha sottolineato Capone – sui circa mille distributori in Italia ha poco più di 60 impianti di erogazione, ma nessuno in autostrada. Sottoscrivendo questo accordo ci impegniamo, insieme con le altre Regioni che l'hanno siglato, a rendere più veloci gli iter di approvazione per la realizzazione degli impianti, favorendo la rapida soluzione di eventuali problemi burocratici e informando le parti interessate su eventuali risorse finanziarie che si dovessero rendere disponibili. Monitoreremo inoltre costantemente lo stato di attuazione dell'accordo”. “Per la Regione Puglia – ha aggiunto l'assessora – quello dei carburanti ecologici è un tema troppo importante. Proprio per questo con la legge regionale n. 35 del 2012 abbiamo previsto l'obbligo per tutti i nuovi impianti di distribuire anche prodotti eco-compatibili come il gpl e il metano. Così proteggiamo l'ambiente ma tuteliamo anche le tasche dei cittadini”. “Questo carburante – ha spiegato Loredana Capone – costa circa 1 euro di meno a kg rispetto alla benzina, un bel risparmio sia per i singoli automobilisti che per le aziende che devono gestire un'intera flotta di auto. Tuttavia fino ad oggi il metano non è consigliato per i lunghi viaggi proprio per l'assenza di distributori in autostrada, salvo rare eccezioni. Il che costringe gli automobilisti ad uscire per fare il pieno allungando i tempi del viaggio. Con questo accordo ci impegniamo ad eliminare ogni ostacolo allo distribuzione di metano in autostrada”. Legambiente ha già realizzato uno studio preliminare che individua le aree di servizio idonee all'erogazione di metano. Per la Puglia sono state individuate le aree Murge Ovest e Murge Est, che si trovano sull'autostrada A14, Bologna-Taranto. La Regione, in virtù dell'accordo, si impegnerà affinché gli impianti entrino in esercizio nel più breve tempo possibile.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment