‘Più vela per tutti’, regata da cardiopalma

Otranto. Nella penultima regata di campionato Red Fox ha trionfasto su tutte le imbarcazioni non perdendo mai la testa della gara

OTRANTO – “Red Fox”, capitanata da Marco Chiurazzi e Silvia Casavola, ieri nella penultima regata di campionato ha trionfato su tutti, tagliando per primo la linea d’arrivo e salendo sul podio della giornata al terzo posto in compensato. Sul mare di Otranto dai colori invernali e sotto un cielo di nuvole barocche il Bavaria39.5 di categoria A spiccava con il suo fiammante spinnaker rosso, riuscendo a vincere sui capricci del vento, un leggero scirocco che a tratti perdeva d’intensità fino a ridursi a quasi zero nodi. È stata una regata di nervi per tutte e 15 le barche in acqua, ma proprio per questo il consueto bastone di dieci miglia ha tirato fuori la bravura tecnica degl’equipaggi temprata da sei mesi di campionato. Ci sono stati continui cambi di scena, ad esclusione di “Red Fox” che non ha mai perso la prima posizione, per tutte le altre vele era un susseguirsi di sorpassi a denti stretti poiché il capriccioso vento regalava o toglieva la sua potenza con molta casualità. Gli equipaggi dei due j24, “Il Gabbiere” e “Canarino Feroce” più che delfini ieri sembravano due pantere, poiché con poco vento erano consentiti solo movimenti lenti e precisi, felini appunto. Si sono superati più volte fino a trovarsi vicini, quasi da entrare in collisione, ma lo scatto da pantera vincente è stato quello de “Il Gabbiere” che ha conquistato il primo posto assoluto della giornata e il primo in Classifica generale, prendendosi un punto di vantaggio con il rivale. Per la categoria C ancora una volta l’equipaggio dell’Alpa21 “Camilla” della Lega navale di San Foca ha dimostrato tutta la sua bravura: quarto assoluto e primo di categoria. Siamo alla fine del quinto campionato invernale “Più Vela per Tutti”, manca solamente una regata, e l’agitazione tra gli equipaggi è ai massimi livelli poiché tutto è possibile per ciascuno dei tre gradini del podio. Dando un’occhiata alla classifica generale, ricordando che ogni barca può eliminare due delle peggiori regate disputate, di certo si può già dire che il podio sarà equamente diviso tra le tre categorie, come ulteriore conferma della bontà del metodo di compensazione “Rating Salentino” ideato da Mario Marinazzo. L’ultima regata si svolgerà sabato 8 marzo, e sarà la regata Otranto-Leuca, 25 miglia per raggiungere il luogo simbolo del Salento: tutte le prue in rotta verso finibus terrae a cercare i campioni assoluti dell’invernale 2013-2014.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment