Il vino delle eccellenze

Lecce. Questa sera alle ore 19,30 presso Chiesetta Balsamo in via Pozzuolo va in scena: ‘L’eccellenze Del Territorio 2013 – 2014’

Lecce. Giunto al terzo anno di attività l’appuntamento istituzionale per l’assegnazione del riconoscimento L’ECCELLENZE DEL TERRITORIO dell’ass. Arcadia Lecce, quest’anno è realizzato in collaborazione con l’Ass. Salento in Progress, con il Patrocinio della Provincia di Lecce, e con Cantine Due Palme punto vendita Lecce di Maria Viterbo in via del Mare 5/a a Lecce. L’associazione Arcadia Lecce lancia dunque la nuova rassegna per il 2014 Il Vino delle Eccellenze – L’Eccellenze del territorio 2014. L’appuntamento che avrà cadenza quindicinale, ha tra i suoi obiettivi quello di far conoscere alla cittadinanza leccese e salentina, tutte quelle realtà imprenditoriali, associative, pubbliche e private che con il loro operato si sono contraddistinte nel sociale e nella promozione del territorio. Nell’appuntamento del 27 gennaio 2014 alle ore 19,30 presso la Chiesetta Balsamo in via Pozzuolo a Lecce sede dell’Ass. Arcadia Lecce, si terrà l’incontro dove saranno premiati Mauro Marino responsabile con Piero Rapanà del Fondo Verri di Lecce, lo scrittore e giornalista Giuseppe Pascali, la Dott.ssa Primula Meo, Presidente della Provincia di Lecce dell’A.N.P.A.N.A., Associazione Nazionale Protezione Animali, Natura e Ambiente. Interverranno il Presidente dell’Ass. Arcadia Lecce Valentino Zanzarella, il Presidente dell’Associazione Salento in Progress Valentino Loforese, Mauro Marino responsabile con Piero Rapanà del Fondo Verri, lo scrittore e giornalista Giuseppe Pascali, la Dott.ssa Primula Meo, Presidente della Provincia di Lecce dell’A.N.P.A.N.A., Associazione Nazionale Protezione Animali, Natura e Ambiente. L’associazione Arcadia Lecce fa inoltre appello alla comunità leccese e salentina acchè comunichi proposte di “eccellenze” alla mail [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment