Il ‘Quartetto d’archi Primaldo’ in gara su Rai 1

Lecce. Il Quartetto d’Archi Primaldo del Conservatorio Tito Schipa a UnoMattina In Famiglia – 25 gennaio

Lecce. Dopo il brillante posizionamento della passata edizione con il Terminal Quartet, il Conservatorio di Musica “Tito Schipa” di Lecce, ritorna sul ring della trasmissione UnoMattina IN FAMIGLIA, in onda su Raiuno, sabato 25 Gennaio 2014 alle ore 9,00 con una nuova brillante formazione: il Quartetto d’Archi Primaldo. Veronica Schifano e Silvia Rizzo al violino, allieve rispettivamente dei professori Fernando Toma e Flavio Caputo, Cristian Musio, allievo di viola nella classe della professoressa Emilia Mellerio e Federico Musarò al violoncello, allievo del professor Paolo Ferulli, sfideranno il Conservatorio di Avellino con un originale arrangiamento del celebre brano di Astor Piazzolla “Fuga y misterio” una pagina tanto complessa quanto seducente per la particolare attenzione interpretativa che richiede sia la struttura melodica che contrappuntistica della partitura. Il format “Conservatori a confronto” già nella precedente edizione si era rivelato un ottimo strumento mediatico per dare voce alla realtà musicale accademica italiana utilizzando la formula della “sfida”: infatti è prevista la partecipazione di 32 squadre che si scontreranno in fasi eliminatorie dirette, le 16 squadre vincitrici accederanno agli ottavi di finale, 8 squadre proseguiranno per i quarti, per procedere alla semifinale che vedrà scontrarsi 4 squadre ed infine 2 squadre si scontreranno nella finale; il tutto attraverso il meccanismo del televoto. Sarà il pubblico, alla fine di ogni puntata, a designare la squadra vincitrice! Le votazioni saranno basate sul televoto – dichiara il Direttore Salvatore Stefanelli – per cui sarà fondamentale, per sostenere e portare avanti i musicisti del Tito Schipa, il supporto corale della propria città! Per votare il Quartetto d’archi Primaldo del Tito Schipa si può telefonare: da telefono fisso al numero 894.433; da telefono mobile al numero 478.478.5. Si può votare anche più volte da ciascuna utenza, fino ad un massimo di 5 voti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment