CasApulia, il design made in Puglia

Bari. 22 giovani designer pugliesi esporranno le loro opere ad ‘Homi – il nuovo grande Macef presso Milano fiere.

Bari.Design e artigianato made in Puglia saranno protagonisti con una mostra immagine ad “HOMI – Il nuovo grande Macef”, in programma dal 19 al 22 gennaio a Fiera Milano – Rho. L'esposizione, dal titolo “CasApulia”, è dedicata al design contemporaneo e alla lavorazione artigianale di qualità nel settore del “sistema casa”. Prodotti e prototipi esposti sono frutto della creatività di 22 giovani designer pugliesi, 11 donne e 11 uomini, che si sono candidati, su invito della Regione Puglia, ad esporre le proprie creazioni: lampade da tavolo e da muro dal design innovativo, complementi d'arredo, articoli per la zona living e, in omaggio alla più antica tradizione, anche particolari ceramiche artistiche. Il tutto con il comune denominatore del design contemporaneo e dell'innovazione nel prodotto o nelle sue caratteristiche tecniche e funzionali, nei materiali, nelle prestazioni e nella facilità d'uso. Curatori della mostra due giovani architetti pugliesi affermati a livello europeo, Angelica Longo e Andrea Novembre, che hanno creato un singolare percorso di valorizzazione dell'artigianato e delle arti applicate, in chiave contemporanea. L'esposizione si snoda all'interno e all'esterno di un trullo stilizzato. Il concept è l'elaborazione di uno dei simboli primordiali che si trovano sui trulli: la croce ad albero che simboleggia il mondo e dunque una Puglia capace di sintetizzare culture diverse, aprendosi alla creatività e al design. La mostra immagine, che sarà inaugurata domenica 19 gennaio alle 11,30 dall'assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone, rappresenterà anche un punto di incontro per gli operatori di settore italiani ed esteri che potranno approfondire l'evoluzione dello scenario regionale e le relative potenzialità di sviluppo del settore “sistema casa”: un'occasione per verificare le opportunità di partnership e di collaborazione con i designer pugliesi. “In un contesto nel quale l'Europa chiede alle Regioni di concentrarsi sulle specializzazioni intelligenti per la prossima programmazione dei fondi strutturali – ha commentato l'assessore Loredana Capone – la Regione Puglia coniuga le politiche “smart” alla dimensione più intima dei pugliesi, la casa. In questo scenario nasce la mostra immagine “CasApulia” con la quale abbiamo voluto presentare il meglio del design pugliese legato alla casa”. “La Regione Puglia – ha continuato – sta promuovendo fortemente il settore e sta spingendo le imprese a una visibilità sempre maggiore sui mercati esteri. Dopo la proficua esperienza del Macef Russia a maggio 2013, partecipare a Homi era il naturale step successivo. Questo evento è una delle più importanti vetrine internazionali del 'sistema casa', una preziosa opportunità per i nostri giovani designer”. Il settore del legno-arredo fa parte di una consolidata tradizione pugliese, una delle più note sui mercati esteri. Oggi, grazie all’eccellenza raggiunta nel design e in comparti come il mobile imbottito, nei primi nove mesi del 2013 le esportazioni della Puglia hanno inciso per il 4,1% sulle esportazioni dell’intera Italia, un risultato molto rilevante considerando lo scenario di crisi globale. Si registrano flussi verso Regno Unito, Francia, Belgio, Germania, Stati Uniti, Spagna, Israele, Paesi bassi, Svizzera, e Australia. Nei primi 9 mesi del 2013 il valore complessivo delle esportazioni pugliesi nel settore legno-arredo ha superato i 257 milioni di Euro, suddivisi in 252 milioni di euro per il comparto dei mobili e 5,6 per quello del legno e dei prodotti in legno. La partecipazione della Regione Puglia ad Homi s’inserisce nell’ambito delle strategie regionali di intervento a favore della promozione dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali 2013-2014. L’intera iniziativa è realizzata dalla Regione Puglia – Assessorato allo Sviluppo economico – Servizio internazionalizzazione, in collaborazione con il Servizio Politiche giovanili e Cittadinanza sociale, e con il supporto operativo dello SPRINT Puglia (lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese).

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!