Torna il Premio Giornalista di Puglia – Michele Campione

Bari. XI edizione per il ‘Premio giornalista di Puglia – Michele Campione’ promosso dall’ordine dei giornalisti, l’8 febbraio scadono i termini per l’iscrizione.

Bari. Scade l’8 febbraio 2014 il termine per la presentazione delle domande di partecipazione alla XI^ edizione del “Premio giornalista di Puglia – Michele Campione” promosso dal Consiglio dell'Ordine dei giornalisti della Puglia, in collaborazione con Regione Puglia, Provincia, Comune di Bari, Università degli studi di Bari, Ufficio comunicazioni sociali della Diocesi di Bari-Bitonto e d'intesa con la famiglia Campione. Il premio è nato per ricordare, attraverso la promozione del lavoro dei colleghi più sensibili e capaci, la figura del giornalista barese scomparso nel 2003. A Michele Campione è intitolata anche l'Associazione pugliese per la formazione al giornalismo, sostenuta dell'Ordine dei giornalisti della Puglia, che organizza, in collaborazione con l'Università, il Master in giornalismo di Bari. Il premio è suddiviso in tre sezioni: carta stampata-internet, radiotelevisione-agenzie e fotografia. Per ciascuna sezione, a insindacabile giudizio della Giuria, saranno premiati i migliori articoli o foto di cronaca, cultura e/o costume e sport. Si può partecipare proponendo al massimo tre foto, articoli o servizi radiotelevisivi (è possibile spedire o consegnare a mano anche solo le copie dei servizi). Ciascuno dei vincitori riceverà un premio di 1.000 euro. La premiazione si terrà il 23 febbraio 2014 a Bari nella Sala Murat alle ore 10.00. I servizi potranno essere consegnati o spediti alla segreteria dell'Associazione Michele Campione, in strada palazzo di città 5, 70122 Bari, al secondo piano dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 17.30. Per ogni informazione, il bando è scaricabile dal sito www.og.puglia.it nella sezione Premi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!