Il liceo ‘Da Vinci’ incontra la ministra Cancellieri

Maglie. Il ministro della giustizia Annamaria Cancellieri dialoga con gli studenti del liceo 'Da Vinci'

Maglie. Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri è la protagonista dell’ultimo incontro della rassegna “Costituzione, legalità, lotta alla mafia: ipotesi di riforma e priorità di attuazione”, promossa dal Liceo scientifico statale “Leonardo Da Vinci” di Maglie, in collaborazione con l’Università del Salento e con il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca, della Provincia di Lecce e del Comune di Maglie. Alle ore 9.30, nell’Auditorium del Liceo “Da Vinci” a Maglie, Annamaria Cancellieri affronterà lo scottante tema delle riforme della giustizia. Anche in questa occasione, come nelle precedenti, gli studenti avranno l’opportunità di rivolgere domande dirette, confrontandosi apertamente con il Guardasigilli. All’incontro, introdotto dalla dirigente scolastica Annarita Corrado, interverrà il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone. A tenere le fila del dialogo sarà il caporedattore del “Nuovo Quotidiano di Puglia” Rosario Tornesello. L’incontro con il ministro della Giustizia Cancellieri chiude il progetto dedicato alla Costituzione e alla legalità del Liceo magliese “Da Vinci”, partito il 30 settembre scorso. Nove gli appuntamenti del programma incentrato su temi grande attualità, al quale hanno partecipato ospiti autorevoli ed illustri, quali il docente di Diritto costituzionale dell’Università del Salento Nicola Grasso, il presidente emerito della Camera dei Deputati Fausto Bertinotti, il viceministro dell’Interno Filippo Bubbico, il caporedattore del “Nuovo Quotidiano di Puglia” Rosario Tornesello, il presidente emerito della Camera dei deputati Luciano Violante, il procuratore capo della Repubblica di Lecce (e della Direzione distrettuale antimafia) Cataldo Motta, il noto giornalista e scrittore Marcello Veneziani, il docente dell’Università del Salento Michele Carducci. La dirigente scolastica Annarita Corrado sintetizza così gli obiettivi e i risultati del progetto: “Il percorso ha proposto agli studenti una lettura critica del testo costituzionale, con particolare riguardo alle attuali proposte di riforma. Il dibattito in corso, intorno alle ipotesi di riforme costituzionali, non può essere ignorato dalla scuola, pena il fallimento della sua azione didattica proprio su quello che è il suo più importante obiettivo: formare cittadini attivi e consapevoli in grado di inserirsi responsabilmente nell’attuale dibattito politico-istituzionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!