Pedopornografia, anche un salentino nei guai

Roma. Maxi blitz della polizia postale di Roma in un’operazione anti pedopornografia, nei guai anche un 57 del sud Salento

Roma. Ci sarebbe anche un salentino tra i denunciati nell’operazione anti pedofilia “Beiden Dackel”. Operazione che ha visto impegnata la polizia postale di Roma, culminata in tre arresti e alla denuncia di 53 persone in stato di libertà e 82 mila gigabite di materiale pedopornografico. Da i primi riscontri ci sarebbe coinvolto anche un uomo del sud Salento di cui sono state rese note solo le iniziali S. C., di 57 anni. Le regioni interessate dell’operazione sono 14: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto. La stretta collaborazione tra polizia italiana e tedesca ha consentito di individuare gli indirizzi Ip riconducibili ad un italiano che avrebbe condiviso questo materiale in rete, materiale che vedeva coinvolti dei minori ripresi in dei rapporti sessuali con adulti. Erano tutte vittime con età inferiore ai 10 anni, alcune addirittura sotto ai 5 anni. Sequestrati pc, hard disk, pen drive, supporti ottici, tablet, macchine fotografiche e cellulari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!