Relazione finita ma non si rassegna, arrestato stalker

Lecce. Misura cautelare nei confronti di uno stalker eseguita dalla squadra mobile. Il 31 enne non si era rassegnato alla fine della relazione

Lecce. All’esito di accurate indagini, i poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito un’ ordinanza applicativa degli arresti domiciliari a carico di S.S.G., un trentaduenne leccese. Non si era rassegnato all’interruzione di una relazione sentimentale con una sua coetanea leccese ed aveva iniziato a perseguitarla, tanto da indurre la donna a denunciare in Questura gli atti persecutori di cui era vittima , ottenendo l’emissione del provvedimento di ammonimento del Questore nel mese di maggio di quest’anno. Nonostante l’invito formale a cambiare condotta, l’intimazione non sortiva alcun effetto, poiché lo stolker continuava a perseguitare la donna con pedinamenti, appostamenti e molestie estese anche al suo nuovo compagno, non disdegnando neanche scenate sul luogo di lavoro della sua ex . L’11 novembre scorso, all’uomo era stato proibito di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla sua ex compagna, provvedimento cautelare emesso dal GIP Annalisa De Bebedictis su proposta del P.M. Stefania Mininni, in virtù dei gravi indizi di colpevolezza per gli atti persecutori posti in essere e per la reiterazione degli stessi. Dopo oltre un anno di soprusi e vista l’indifferenza nei confronti dei precedenti provvedimenti, sulla base delle prove raccolte dalla Squadra Mobile, SSG è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!