Dal Pdl a Fi, anche a Lecce avviene il passaggio

Lecce. Passaggio di testimone anche a Lecce tra il Pdl e la neonata Forza Italia.

Lecce. Anche a Lecce è stato sancito il ritorno sulla scena di Forza Italia, la formazione politica nata per volontà dal nostro leader Silvio Berlusconi nel 1994. “Una nuova occasione, questa, – ribadisce il capogruppo Damiano D'Autilia- per rilanciare i valori profondi di questo movimento e per mettere in moto un'azione complessiva finalizzata a radicarli nel nostro territorio. In linea con i nuovi propositi a livello nazionale e con il progetto del nostro referente, l'On. Raffaele Fitto, oggi abbiamo sancito anche a Lecce il passaggio ufficiale dal Pdl a Forza Italia”. “Cavalchiamo questa ondata di novità per continuare il nostro percorso sul territorio, un segnale di cambiamento condiviso dal sindaco della città di Lecce, Paolo Perrone, che grazie alla sua attività amministrativa porta quotidianamente alla ribalta delle cronache nazionali l'immagine positiva del nostro territorio, dai parlamentari di Forza Italia e dai rappresentanti a tutti i livelli del neonato movimento. Non si tratta di una nuova definizione politica – continua – ma di un progetto innovativo sul quale convergono le identità di ognuno di noi, destinate ad integrarsi per dare alla comunità risposte concrete. La rinascita di Forza Italia segna l'inizio di un nuovo capitolo, fatto di fiducia popolare nei confronti della politica. Siamo pronti a intraprendere questo cammino – conclude D'Autilia – guidati Silvio Berlusconi e da Raffaele Fitto, che hanno dimostrato di restare fedeli ai principi fondatori della loro forza politica”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!