Bari, ritorna la Bitac

Bari. Torna l’appuntamento della Bitac, la borsa del turismo aprirà i battenti il 28 novembre.

Bari. Aprirà i battenti il prossimo 28 novembre, a Bari, la VI Edizione della BITAC (Borsa Italiana del Turismo Cooperativo e Associativo) che consolida la sua presenza tra le rassegne italiane di settore, trasferendosi in Puglia dopo cinque anni consecutivi a Firenze per favorire la partecipazione delle cooperative del Mezzogiorno. La BITAC si svolgerà in due giornate, è promossa da Culturalia Agci, FederCultura Turismo Sport – Confcooperative e Legacoop Turismo (riunite nell'Alleanza delle Cooperative Italiane Turismo) ed è realizzata in collaborazione con Pugliapromozione. «In questi anni di crisi – sottolinea Lanfranco Massari, presidente Alleanza Cooperative settore Turismo – si sta riscoprendo il ruolo della cooperazione, la sua capacità di creare buona e durevole occupazione, di favorire la valorizzazione dei territori. Attraverso la BITAC, l’Alleanza delle Cooperative Turismo vuole promuovere il turismo cooperativo nelle sue molteplici esperienze, accrescendo la conoscenza delle opportunità che la cooperazione offre in termini di capacità di aggregazione di piccoli operatori e di sviluppo di proposte originali. Una borsa specializzata su alcuni segmenti turistici, quali quello naturalistico, culturale e sociale, poco presenti nelle maggiori fiere nazionali». La formula è quella già sperimentata con successo: una giornata di seminari e una di scambi commerciali tra l’offerta turistica cooperativa, imprenditoria locale, CRAL e Tour operator. Ad aprire i lavori, il 28 novembre, per la prima volta, ci sarà un focus sul turismo regionale: “L'altro turismo in Puglia. Istruzioni per l'uso”, dove si darà voce ad alcune delle migliori esperienze nell’ambito del turismo culturale, enogastronomico e del pescaturismo in Puglia. La mattinata sarà, poi, conclusa dall’Assessore al Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli. A seguire il convegno “L'integrazione territoriale per lo sviluppo turistico: l’esperienza della cooperazione”, con la presentazione di due buone pratiche. La prima del sistema cooperativo trentino, la seconda riguarda una delle prime cooperative di comunità ad aver sviluppato un’offerta turistica sull’Appennino reggiano. Con autorevoli interlocutori istituzionali e del mondo accademico si discuterà della replicabilità di questi modelli in altre aree del territorio italiano. Concluderà il convegno Giuliano Poletti, presidente dell'Alleanza Cooperative Italiane. Il 29 novembre, giornata conclusiva della kermesse, rappresenta il nucleo centrale della manifestazione con incontri B2B tra cooperative, consorzi, associazioni, da un lato, e Tour Operator e C.R.A.L., dall'altro. Sarà presente anche una rappresentanza di e-Calypso, il nuovo portale europeo del turismo sociale ed alcune delegazioni e cooperative straniere. Anche quest’anno la BITAC ha l’OITS, l’Organizzazione Internazionale del Turismo Sociale, come partner internazionale ed è patrocinata, tra gli altri, dal Mibact e dall’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!