Rapina sfumata a Galatina

Galatina. Tre giovani brindisini tentano di rapine la gioielleria De Pascalis a Galtina, ma il colpo sfuma.

Galatina. Tentata rapina ai danni della gioielleria De Pascalis a Galatina. Il colpo non è riuscito e sono finiti nei guai i tre rapinatori. Si tratta di tre bindisini già conosciuti alle forze dell’ordine arrestati con l’accusa di rapina aggravata, lesioni e ricettazione. Si tratta, rispettivamente, di Marco Curto, Teodoro Valenti e Giuseppe Balestra. Hanno utilizzato una pistola giocattolo abilmente contraffatta, come mezzo una Fiat Punto verde rubata. Sono entrati in due fingendosi dei clienti a volto scoperto, con delle fascette di plastica volevano immobilizzare le tre persone all’interno, mentre il terzo era rimasto all’esterno per partire appena messo a segno il colpo. Uno dei due rapinatori ha messo la pistola alla tempia della commessa, il figlio del proprietario ha cominciato ad inveire contro i due urlando di lasciare la giovane, mentre il padre azionava il dispositivo di anti rapina. Nella concitazione le fascette che dovevano servire per bloccarli sono andate perse, non riuscendo così a bloccare i tre. Il tentativo è così sfumato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati