Giovane copertinese muore di parto

Copertino. Maria Grazia Vangeli è morta di parto nel nosocomio copertinese, era affetta da talassemia, il compagno ha fatto formale denuncia in questura

Copertino. A soli 31 anni giovane donna muore di parto. E’ successo al “San Giuseppe” di Copertino, la giovane gestante era Maria Grazia Vangeli, copertinese affetta di talassemia. Da quanto sarebbe trapelato la causa della morte sarebbe stato un arresto cardiaco sopraggiunto durante il parto, subito dopo la nascita della piccola. La neonata sta bene, ma per la mamma purtroppo non c’è stato a da fare. Il cesareo era stato programmato da tempo a causa delle condizioni di salute della donna. Le complicanze sono sopraggiunte durante il parto. I medici di ginecologia hanno richiesto l’intervento di cardiologia a causa dell’arresto cardiaco sopraggiunto. La situazione complicata ha richiesto il trasporto al Vito Fazzi, purtroppo la donna si è spenta subito dopo. Il compagno della donna, Floriano Cirfera, ha esposto formale denuncia in questura, in seguito alla quale la Procura ha aperto un fascicolo. Un’inchiesta parallela è stata avviata dalla Asl all’interno della struttura ospedaliera per fare luce sulla vicenda. Tutta la documentazione relativa al ricovero della donna è stata sequestrata dai carabinieri della tenenza di Copertino. La salma di Maria Grazia Vangeli sarà sottoposta ad esame autoptico dal medico legale Roberto Vaglio.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!