Capone, intervengano i vertici del partito

Lecce. Salvatore Capone scrive a Roma per trovare una soluzione al caos creatosi nel Pd provinciale a pochi giorni dal congresso

Lecce. Bagarre pre congressuale nel Pd. Salvatore Capone scrive ai vertici nazionali del Pd per denunciare alcune situazioni che in queste ultime settimane stanno movimentando il partito. “Io non so se si possa ritenere “normale” – scrive Capone – quel che quotidianamente si sta verificando nei congressi di circolo del Pd salentino, e se quello che l’informazione, nazionale e territoriale, registra con dovizia di particolari possa essere ascritto a una “fisiologica” dinamica congressuale. Tesseramenti esponenziali e quasi impazziti, segretari di circolo ricoverati per malore, minacce evidenti e latenti, ingiurie verso i parlamentari del territorio. Se tutto questo è “normale”, e se sono “normali” le anomalie financo registrate dall’on.Roberto Morassut inviato in veste di osservatore, allora so con certezza che non è questo il Pd a cui sono orgoglioso di appartenere”. Il parlamentare ribadisce che la sua segnalazione ai vertici nazionali arriva per ragioni di partito e di attaccamento a quest’ultimo, per evitare che questo scenario vada in pasto all'opinione pubblica. “Lo dico qui, ancora una volta, e lo ribadirò anche pubblicamente: non per indirizzare l’esito del congresso verso questo o quel candidato, ma per permettere a chiunque una competizione leale e franca ad armi pari, consentendo posizionamenti e vittorie limpide e in equivoche, con regole certe e, al centro, la politica. Non sta accadendo questo. Lo dimostrano i casi più eclatanti – a voi segnalati -, e più in generale un andamento che definire impazzito è poco. Ecco perché avevo sollecitato, vanamente, che in attesa delle decisioni della Commissione nazionale di garanzia convocata per domani e con all’odg la discussione sulla relazione di Roberto Morassut, i congressi di circolo già calendarizzati venissero sospesi. Il tutto, mentre nel frattempo i congressi di circolo sono più simili a una guerra senza esclusione dei colpi e, invece della discussione nel merito delle mozioni di candidatura, uno dei candidati alla Segreteria Provinciale preferisce esercitarsi, senza che alcuno ritenga di classificare anche solo questi episodi come inconcepibili o irricevibili, nel tiro al bersaglio contro la delegazione parlamentare, addebitando peraltro al sottoscritto inadempienze economiche nei confronti del partito allo stato degli atti, e contro ogni ragionevole dubbio, non solo farneticanti ma evidentemente false e prive di ogni appiglio concreto. Anche perché, come ho avuto modo di sottolineare in più occasioni e da ultimo nella lettera inviata al Tesoriere Regionale on. Ludovico Vico, piuttosto che debitore devo, allo stato degli atti, definirmi creditore. Ecco perché ancora una volta torno – conclude – a sollecitare, mentre è in corso una verifica a livello regionale e si è tenuta stamane una conferenza stampa indetta dall’Onorevole Antonio Rotundo e dal Consigliere regionale Antonio Maniglio per gli stessi motivi della presente, la sospensione immediata di tutti i congressi, in attesa di assumere decisioni definitive a seguito di quanto rilevato proprio dall’on. Morassut, e di quanto puntualmente denunciato dai componenti della Commissione Provinciale di Garanzia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!