Il cappuccino più grande del mondo? A Maglie

Maglie. Gianluca Arnesano, barman magliese, ha vinto il Guinness world preparando il cappuccino più grande del mondo

Maglie. Gianluca Arnesano ce l’ha fatta. Il barman magliese ha preparato il cappuccino più grande del mondo. 4250 litri di latte e caffè, pari a quasi 30mila cappuccini normali. Con questi impressionanti numeri è entrato nel Guinness world. Il giovane gestisce il “Caffè Leopardi”, si è preparato per la conquista del Guinness world record con una squadra di esperti maestri del caffè provenienti da tutta Italia. Gianluca ha sconfitto la concorrenza ed eliminando del tutto il precedente record stabilito a Rimini. Il torneo si è svolto a Milano all’interno della fiera dell’Host. Sotto le mani dell’esperto barman ben otto macchine del caffè. Per un totale di 4250 litri di cappuccino versati all’interno di una mega tazza di oltre due metri di diametro e dotata di 16 rubinetti. Per realizzarlo ci sono volute oltre 12 ore di lavoro senza sosta per realizzare il cappuccino più grande del mondo che é stato poi donato ad un banco alimentare. “Un’impresa difficile, che ha richiesto tanta preparazione fisica e tecnica – ha dichiarato il barman – è stata una gioia indescrivibile sentire il giudice Londinese pronunciare la fatidica frase: ‘Guinness world record attempt’. Una vittoria ed un traguardo che dedico sicuramente a clienti ed amici di sempre del Caffè Leopardi”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!