Copagri, ‘niente allarmi sugli oliveti salentini ma si deve agire’

Lecce. Chiara la posizione di Copagri sul disseccamento rapido dell’olivo, ‘bisogna ricordare la bontà del nostro olio’

Lecce. Nessun allarmismo sul disseccamento dell’olivo. Lo riferisce Copagri in riferimento alla nota informativa sul “Complesso del disseccamento rapido dell’olivo” emessa da Regione Puglia – Area Politica per lo Sviluppo Rurale – Servizio Agricoltura, – Ufficio Osservatorio Fito Sanitario. Bisogna anzi reperire immediate risorse per l’attività di ricerca, per evitare che il problema si allarghi. Negli ultimi mesi, infatti, numerosi alberi d'olivo nel Salento stanno seccando, creando non pochi problemi al settore. La causa sembra sia un batterio. “Comprendiamo perfettamente l’invito rivolto a tutti gli operatori agricoli interessati al problema – conferma il presidente Fabio Ingrosso – di non rimuovere gli alberi, di lasciarli nel sito in cui sono per evitare forme di contagio ad altre colture. Tuttavia la certezza che ci viene espressa nella nota in base alla quale, allo stato attuale, si ritiene che il batterio non infici la bontà del prodotto, raccomandiamo di evitare inutili allarmismi per fare in modo che al danno subito dagli uliveti interessati, non si aggiunga la beffa della contrazione delle vendite di olio. Suggeriamo pertanto agli organi preposti una immediata campagna di comunicazione che spieghi al cittadino che l’olio salentino è e rimane di ottima qualità”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!