Progetto S.a.m.p.e.i. – verso una pesca ecosostenibile

Porto Cesareo. Saranno illustrati oggi i risultati del progetto pilota finanziato dal fondo europeo per la pesca. Sperimentate nuove tipologie di pesca

Porto Cesareo. Si è concluso il progetto pilota S.a.m.p.e.i, iniziato nel 2011 e finanziato nell’ambito del Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013 nell’area protetta di Porto Cesareo. Con questa iniziativa è stato possibile sperimentare le diverse tipologie di attrezzi da pesca, maggiormente compatibili con la fascia costiera e le sue politiche gestionali. Nell’attività sono stati coinvolti 124 pescatori e 17 ricercatori, per un numero totale di 216 uscite in mare per campionamenti, effettuati con 72 motobarche da pesca professionale. Il coordinamento è stato affidato dell’Università del Salento, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali. La Cooperativa Pescatori dello Jonio, assieme all’Amp hanno messo in atto una valutazione sociale, tecnica, scientifica ed economica per individuare la dimensione di maglia più utile ed opportuna da adottare nella marineria, per migliorare la selettività degli attrezzi e ridurre le catture inutili. I risultati di questo studio saranno poi esposti durante un convegno che si terrà oggi, durante il quale saranno spiegati i nuovi metodi da utilizzare nel mondo della pesca soprattutto nelle aree marine protette quali quelle di Porto Cesareo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!