Al via la gara d'appalto per l'abbazia di Santa Maria di Cerrate

Lecce. 2,5milioni di euro. Lo stanziamento europeo da il via al bando di concorso per il progetto di restaurro dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate

Lecce. Grazie allo stanziamento europeo di 2,5milioni di euro confermato alla Provincia di Lecce, al via il bando di concorso per il progetto di restauro del primo lotto dell’Abbazia di Santa Maria di Cerrate. In particolare, i fondi, saranno destinati al restauro e alla rifunzionalizzazione della Casa monastica della Casa del massaro. Il bando, prevede vincoli temporali molto serrati: la gara d’appalto si chiude il 7 novembre 2013 ed entro il 30 giugno 2015 è previsto il termine dei lavori. La formulazione del progetto è durata diversi mesi e ha previsto rilievi geometrici e arborei, ricerche storiche e archivistiche e un’articolata campagna diagnostica propedeutica al progetto, realizzata in collaborazione con il CNR, La Sapienza di Roma e il CETMA di Brindisi. Si tratta di un complesso e approfondito progetto di conservazione e valorizzazione condotto da una squadra multidisciplinare di esperti dell’Università di Roma, coordinati dal FAI. Durante questo primo anno di concessione al FAI, l’Abbazia è sempre rimasta aperta al pubblico dal martedì alla domenica ed è stata visitata da oltre 11mila persone. Grazie al punto informazioni istituito all’ingresso, è oggi possibile prenotare visite guidate – anche in lingua straniera – per privati e scuole, nonché ricevere materiale informativo sul FAI e sull’Abbazia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!