La Coppa Italia di Dama a Gallipoli

Gallipoli. Si terrà l’Ecoresort Le Sirenè la gara nazionale di Dama, tra i partecipanti anche il gran maestro Michele Borghetti di Livorno

Gallipoli. Dal 12 al 13 ottobre presso l’Ecoresort Le Sirenè di Gallipoli si terrà la Gara Nazionale di Dama Italiana valevole per la Classifica Elo-Rubele e la Coppa Italia. Un appuntamento importante per gli amanti della disciplina, tra i partecipanti Grande Maestro Michele Borghetti di Livorno, Campione del Mondo in carica nella specialità “Dama Inglese”, Campione Olimpico in carica (Lille 2012) e record-man di partite alla cieca (23 partite giocate con lo score di 17 vittorie e 6 pareggi). Altre presenze di alto livello sono quelle del Grande Maestro Mirko De Grandis di Venezia, Campione Italiano nel 1997, del Grande Maestro Paolo Faleo di Aosta, Campione Italiano nel 2007 e autore del libro “La Mia Dama”. A contendersi il trofeo ci saranno anche i maestri Michele Maijnelli di Messina, Francesco Gitto di Cosenza, Luciano Negrone di Monza, Gaetano Mazzilli (delegato regionale), Gianluca D’Amato (Roma). Big a parte, saranno numerosi i giocatori provenienti da ogni parte d’Italia. Ci sarà anche il Campione Regionale Categoria “Non vedenti” Francesco Disalvo e della sua squadra classificatasi al terzo posto ai Giochi Sportivi Studenteschi 2013 e composta da Mauro Campanale e Milena Rociola. Infine, i ragazzi Campioni d’Italia Categoria Cadetti Jean Francois Sanzia, Matteo Spedicati e Stefano Vetrano. Si apre sabato 12 alle ore 14,00 (alle 9,30 1° Torneo Mosse Lampo Dama Italiaa 4’+3” “Dama Lecce”). L’idea è anche quella di coinvolgere le scuole salentine al fine di candidarsi ad ospitare la prossima edizione dei Campionati Studenteschi di Dama.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!