Cittadinanza Attiva – molti studenti disabili sono ancora senza insegnate

Lecce. Diverse le segnalazioni giunte al Tribunale dei diritti del malato – cittadinanza attiva, ancora oggi molti studenti disabili sono senza insegnante

Lecce. “Nonostante già dal mese di Gennaio vengano prodotte le iscrizioni alle varie scuole e di conseguenza investiti tutti gli enti preposti a provvedere all'espletamento e attuazione del diritto allo studio fin dal primo giorno di scuola, secondo la normativa vigente, a distanza di un mese circa dall'inizio delle lezioni, molti studenti e alunni diversamente abili sono senza insegnante di sostegno”. Lo denuncia il Tribunale per i diritti del malato. Il Presidente Massimo Casto dell'Associazione “I colori del vento onlus” di Ruffano ha fatto pervenire alcune segnalazioni per le quali il tribunale del malato si è attivata per risolvere telefonicamente e sollecitamente la questione dell'assistenza con gli enti provinciali e quelli preposti, trattandosi di scuole superiori ed elementari. I genitori e la stessa Associazione per settimane intere hanno telefonato all'Ufficio Scolastico Provinciale di Lecce senza trovare mai nessuno con cui parlare. Nella nota si legge che l'associazione si sia “impegnata per giornate intere a trovare un interlocutore Ufficio Scolastico Provinciale e, il paradosso dei paradossi, è stato quando il centralinista di turno, alle rimostranze della scrivente circa il diritto di parlare con un dirigente, prevaricando le istituzioni, ha risposto con arroganza che gli uffici stavano lavorando per nominare gli insegnanti di sostegno e nessuno era disponibile a parlare al telefono. Cittadinanzattiva, visto il cattivo funzionamento di questo Ufficio Scolastico Provinciale, ne propone l'abolizione come Ente inutile se la sua funzione deve limitarsi a risposte poco garbate esenza utilità per risolvere i problemi affidate ad un unico centralinista, pagato come tutti coloro che si negano al telefono, con soldi dei cittadini. Gli stessi cittadini che si vedono negati servizi o, quantomeno, risposte esaustive”. Cittadinanza attiva è pronta a chiedere il risarcimento di quanto è stato fatto. “Cogliamo l’occasione per fare un appello ai genitori di alunni e studenti diversamente abili, concludono, che raccontano storie di “emarginazione” dei loro figli e che spesso rasentano atti di bullismo. Alcune scuole tenderebbero a minimizzare o addirittura a silenziare omertosamente episodi del genere perché non sanno gestirli o perché non si dica che nella loro scuola accade ciò. Cittadinanzattiva – Tribunale per i diritti del malato fa un appello a tutti i genitori i cui figli disabili sono vittime di situazioni di palese disagio a rivolgersi presso le sedi del Tribunale per i diritti del malato dove troveranno assistenza gratuita anche legale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!