La squadra lombarda vince il Rally dei 5 Comuni

Ruffano. Marco Colombi e Mauro Turati si aggiudicano il Rally dei 5 Comuni, alla prima esperienza nel Salento

Ruffano. A vincere il Rally dei 5 comuni è stato l'equipaggio lombardo composto da Marco Colombi e Mauro Turati su Skoda Fabia WRC (Colombi Racing Team). Hanno confermato di essere in possesso di una vettura altamente performante – peraltro è la stessa con la quale, proprio il padre di Marco Colombi (Fabrizio, ndr) ha vinto il 1° Rally Terra d'Otranto lo scorso luglio a Maglie). Per il duo Colombi-Turati, comunque, è stata la prima esperienza nel Salento, dimostrando ulteriormente le loro risapute qualità tecniche. La Skoda Fabia – targata numero 1 – ha concluso regolarmente il percorso del “5° Rally dei 5 Comuni” (di scena lo scorso weekend), il quale si è articolato sulla lunghezza di 172,51 km, impreziosito da 69,21 km distribuiti in due Prove Speciali: “Madonnina” (km 13,16) e “Fontanelle” (km 9,91), entrambe da ripetere tre volte ciascuna. Marco Colombi, peraltro si è aggiudicato ben cinque delle sei Piesse in programma. La seconda prova (Fontanelle), ha visto la vittoria di Colombi (strappando il miglior tempo: 6'52”2); a seguire Ciuffi e Rizzello, mentre subito dopo l'ottimo Adamuccio (alla sua prima esperienza in Super 2000) e Primiceri. La situazione nella classifica generale, conferma la leadership di Rizzello, con Ciuffi e Colombi, rispettivamente secondi e terzi assoluti. Si ritorna alla Piesse Madonnina, con la conferma della bontà tecnica di Colombi, con Rizzello e Ciuffi ad inseguire; subito dietro Adamuccio e Laganà (da registrare le conferme nella top-ten di due equipaggi: Tarantino-Cossa su Renault Clio Williams FA7 (Casarano Racing) e Garzia-Coluccia su Renault Clio Rs N3 (Salento Motor Sport ). Nella generale Rizzello continua a difendere a denti stretti il primato, duellando con Colombi e Ciuffi. Si giunge al giro di boa con altre tre Prove Speciali di affrontare. Il secondo passaggio di Fontanelle, continua ad essere nel segno della Skoda Fabia di Colombi ma da segnalare un questo frangente è certamente la performance di Ciuffi, capace di concludere al secondo posto, nonostante una foratura dello pneumatico anteriore sinistro, mandando in visibilio il pubblico presente sui tornanti di Specchia. Al terzo posto Rizzello, il quale comunque riesce ancora a reggere il primato nella generale precedendo Colombi e Ciuffi. L'ultimo passaggio di Madonnina, è sempre ad appannaggio di Colombi, che colleziona peraltro anche il miglior tempo (8'41”1). A seguire Ciuffi e Rizzello. Nella generale invece, si compone praticamente ciò che si materializzerà al termine della gara: leadership conseguita da Colombi, mentre Rizzello scivola in seconda posizione; Ciuffi terzo. L'ultimo atto del 5 Comuni, peraltro conferma – sia nel terzo passaggio di Fontanelle che nella classifica assoluta – l'andamento scaturito nell'ultimo frangente. Colombi si aggiudica la Piesse e resta sul gradino più alto del podio. Un preziosissimo secondo posto per Rizzello e la conferma dell'esperienza e dello spettacolo offerto da Ciuffi. Da segnalare la suggestiva consegna del Premio “Chico Forti Free” assegnato all'equipaggio vincitore e, dopo aver proiettato un video illustrativo del nostro italiano rinchiuso ingiustamente in Florida, i primi dieci equipaggi presenti nella classifica assoluta, hanno indossato una maglietta marchiata Chico Forti Free. “Non è stato assolutamente facile affrontare queste prove così altamente insidiose – ha affermato al termine della gara il bergamasco Marco Colombi – Devo fare i complimenti anche ai due equipaggi con i quali ho condiviso il podio e a molti altri piloti locali: devo ammettere che la qualità tecnica in questo territorio è davvero notevole”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!