Ecopizzabox è la vincitrice della Start Cup Puglia 2013

Una scatola per pizza interamente riciclabile, un’applicazione per smatphone, queste le idee innovative premiate allo Start Cup Puglia 2013

Bari. Una scatola per pizza riciclabile interamente riciclabile: Ecopizzabox è il vincitore assoluto della Start Cup Puglia 2013, nonché il vincitore per la categoria Industrial. Si tratta di una scatola per pizza interamente riciclabile quindi che fa bene all’ambiente. I vincitori sono stati premiati ieri sera dall'assessore regionale allo Sviluppo economico Loredana Capone e dalla presidente dell'ARTI Milella. Tra gli altri vincitori per la categoria ICT-Social Innovation il vincitore è Joinmethere, un'applicazione per smartphone che permette di costruire un proprio profilo, un proprio network e un proprio palinsesto Tv, contribuendo attivamente alla costruzione della prima web-tv geolocalizzata; per la categoria Agrofood-cleantech, il vincitore è Skyline, un innovativo sistema di telerilevamento per la viticoltura, in grado di rispondere alla crescente richiesta di un supporto tecnico per il miglioramento della qualità produttiva vitivinicola, che funzione grazie a un drone; infine, per la categoria Life Science, vince Avr Med, che utilizza la Realtà Aumentata e, fornendo una sorta di visione a raggi X degli organi interni del paziente grazie alla sovrapposizione di modelli virtuali realizzati dalle sue immagini mediche, permette di ridurre la complessità di alcune procedure chirurgiche, i rischi per il paziente e il tempo necessario per eseguire l'intervento. L’assessore Loredana Capone ha sottolineata durante la premiazione che: “Il futuro siete voi, siete il motore del nostro domani e i giovani protagonisti della comunità degli innovatori pugliesi. Occorre avere fiducia nelle proprie potenzialità ed essere consapevoli che con il merito è possibile farcela. L'impegno delle istituzioni affinché cambino le cose c'è, ma ora occorre lo sforzo di tutti affinché il cambiamento non sia un tema del futuro, ma sia al centro delle prerogative del presente, affinché l'offerta di ricerca e innovazione generi una domanda da parte del sistema delle imprese e affinché l'occupazione in Puglia sia sempre più smart, inclusiva e sostenibile”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!