Bellanova: ‘Dal Pd una mozione per ripartire dalla cultura’

Roma. La deputata commenta il provvedimento presentato dal Partito democratico ed approvato dalla Camera

ROMA – E’ un Piano per dare vita ad un nuovo sistema della formazione e della cultura la mozione del Pd discussa e approvata la scorsa settimana alla Camera dei Deputati. La deputata Teresa Bellanova, membro dell’Ufficio di Presidenza del Pd con delega, tra l’altro, al dipartimento della Cultura, la definisce una “road map che impegna il governo a ripartire dalla cultura, dalla formazione, primaria e universitaria, dai beni ambientali e architettonici, dalle forme di espressione come danza, teatro, musica”, per immaginare un modello di sviluppo capace di fare dei giacimenti immateriali di cui i territori italiani sono ricchissimi una leva formidabile. Nella mozione si evidenzia con forza come sia necessario modificare “profondamente le politiche perseguite dai governi negli ultimi cinque anni sull’istruzione, l’università, la ricerca e la cultura”. Ovvero: no ai pesanti tagli lineari “che hanno colpito in modo insostenibile il sistema mettendo a rischio anche i livelli minimi di funzionamento, con la grave conseguenza non solo di mettere in discussione diritti fondamentali di cittadinanza ma anche di far venir meno uno dei punti di forza necessari per promuovere la fuoriuscita dalla crisi economica e un nuova crescita e sviluppo sostenibile per il nostro paese”. Nel documento si parla di mancanza di investimenti nel campo dell’istruzione, “umiliazione sistematica della conoscenza pubblica”, mancati investimenti in termine di risorse umane, abbandono scolastico, precariato nella scuola che rende impossibile e vanifica ogni respiro e strategia educativa, così come i salari dei docenti, tra i più bassi in Europa, mancati investimenti in settori strategici di alta formazione, taglio degli Istituti di Cultura e delle Riviste, considerati spese superflue. “Invertire la tendenza si può e si deve – commenta Bellanova – perché investire in cultura, in ricerca, in formazione, in ben culturali, è uno dei modi più intelligenti di rispondere alla crisi che sta investendo il nostro paese. Parliamo di fuga dei cervelli come di un destino quasi ineluttabile, e non riusciamo a renderci conto che quella culturale non è una spesa, ma un investimento. D’altra parte non bisogna andare molto lontano per sapere che laddove i sistemi territoriali hanno pensato alla cultura o alla ricerca o alla qualità della formazione come settori strategici, i risultati sono stati evidenti. Ecco dunque che questa mozione chiede al Governo un impegno evidente e incontrovertibile, e al contempo a noi classe dirigente di essere all’altezza della sfida che abbiamo dinanzi e soprattutto di un paese che spesso che le strade e le soluzioni esistono, solo a volerle perseguire”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!