Lecce-Carpi: sfida per la serie B

Lecce. Circa 12.000 spettatori per la finalissima della Lega Pro che vale la promozione. Il Lecce deve vincere con due gol di scarto

Servono due gol di scarto al Lecce per vincere questa finalissima contro i biancorossi del Carpi. Se i tempi regolamentari finiranno con il Lecce in vantaggio di un gol si giocheranno i tempi supplementari. Nel caso persistesse ancora il gol di scarto a favore del Lecce. i gialorrossi verrebbero promossi senza necessità di tirare i calci di rigore. La squadra di Gustinetti non arriva a questa decisiva sfida nel migliore dei modi: squalificato Memushaj, infortunati Jeda e Martinez, malconcio ma eroicamente disponibile Ernesto Chevanton, che dovrebbe partire dalla panchina. In avanti è più probabile probabile l'utilizzo di Chiricò e Falco in supporto di Foti. In linea mediana invece dovrebbero agire Giacomazzi e Bogliacino. Queste le parole del tecnico del Lecce alla vigilia della partita: “Quando sono arrivato qui un mese fa, il mio obiettivo era quello di arrivare in finale. Ora ci siamo, anche se rispetto all'andata abbia dato al Carpi il vantaggio di due risultati su tre. I ragazzi si sono allenati con impegno, sono motivati. Ora devono andare oltre le loro possibilità”. Per la squadra emiliana dovrebbe essere confermato lo stesso modulo di una settimana fa. Il Carpi ha a disposizione due risultati su tre per conquistare la qualificazione in Serie B. Agli emiliani può andare bene sia la vittoria che il pareggio, forti dell'1 a 0 conquistato in casa una settimana fa.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!