Lite in villa e spunta il coltello

Matino. Lite tra coetanei; uno ferisce l’altro all’addome e viene arrestato per tentato omicidio. La vittima, in prognosi riservata al “Fazzi”, non rischia la vita

MATINO – Si sarebbero incontrati per caso, nei pressi della villa comunale. Lì sarebbe nata una violenta lite verbale che in breve sarebbe degenerata in un’aggressione fisica. E’ accaduto ieri a Matino, in pieno centro cittadino. I due protagonisti dell’episodio sono due coetanei, Pasquale Abbruzzese, 26enne del posto, commerciante, e Andrea Sabato, stessa età, senza occupazione. Attualmente il primo si trova presso il carcere di Lecce con l’accusa di tentato omicidio; il secondo, a presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, in prognosi riservata. Le sue condizioni, nonostante siano gravi, sono stabili ed il giovane non è in pericolo di vita.

Pasquale Abbruzzese

Pasquale Abbruzzese Non si conoscono ancora le ragioni di tanta violenza e quale sia stata l’occasione che avrebbe fatto scattare l’ira di Abbruzzese. Ciò che si sa è che questi, all’improvviso, ha estratto un arma da taglio, ancora non identificata, ed ha colpito Sabato all’addome. La vittima dell’aggressione è stata trasportata in un primo momento al Pronto soccorso dell’ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano e da lì successivamente trasferito al nosocomio leccese. L’arma non è stata ancora rinvenuta ma le ricerche sono tuttora in corso. Delle indagini si occupano i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Casarano con i colleghi delle Stazioni di Casarano e Matino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!